I pannelli solari di Ferrania Solis per il primo impianto fotovoltaico nel Porto di Genova - IVG.it
Economia

I pannelli solari di Ferrania Solis per il primo impianto fotovoltaico nel Porto di Genova

Liguria. E’ stato realizzato con i pannelli di Ferrania Solis il primo impianto fotovoltaico del Porto di Genova, completato nel mese di agosto all’interno del terminal Ignazio Messina & C SpA.

Il progetto rappresenta la prima iniziativa fotovoltaica tra quelle previste dal PEAP (Piano Energetico Ambientale Portuale), uno strumento nato per orientare e promuovere l’uso delle fonti rinnovabili e l’aumento dell’efficienza energetica nell’area portuale, ed è stato in parte finanziato dalla Regione Liguria nell’ambito dei fondi europei (POR Asse 2 Energia).

L’impianto, realizzato sulla copertura di un capannone del Terminal Nino Ronco, in concessione al Gruppo Messina, ha una potenza di circa 200 kWp ed è in grado di produrre oltre 230.000 kWh anno.

La realizzazione dell’opera permetterà di evitare emissioni in atmosfera di oltre 137 tonnellate all’anno di gas serra (CO2) e quasi 300 kg/anno di ossidi di azoto (NOx), e consentirà un risparmio annuo, in termini di energia primaria, di oltre 60 tonnellate equivalenti di petrolio (TEP) per anno.

“Siamo molto soddisfatti – commenta l’amministratore delegato di Ferrania Solis, Ernesto Salamoni – di aver dato un avvio concreto all’implementazione di quanto previsto dal Piano Energetico e Ambientale del Porto di Genova varato dall’Autorità Portuale con un impianto efficiente e potente, completato in tempi molto rapidi, anche grazie al contributo di Tecsolis SpA, azienda partner di Ferrania Solis, che ha curato l’installazione. Contiamo che quello appena realizzato sia solo il primo di una serie di interventi da parte di Ferrania Solis relativi ai progetti previsti dal PEAP e di poter contribuire in maniera significativa alle trasformazioni in chiave “green” del Porto di Genova. Per la realizzazione dell’impianto destinato ad operare nell’area portuale abbiamo utilizzato i nostri moduli testati secondo la normativa IEC 61701: 2000 che certifica la resistenza dei prodotti Ferrania Solis in ambiente marino.”

L’amministratore delegato di Ignazio Messina &Co, Stefano Messina, esprime viva soddisfazione per la realizzazione dell’impianto: “Siamo molto orgogliosi di questo nostro primo progetto perché crediamo che innovazione tecnologica e rispetto dell’ambiente siano elementi inscindibili che creano opportunità e sviluppo; e ciò sia per l’attività terminalistica che per quella armatoriale. Auspichiamo di poter aumentare gli investimenti anche con la realizzazione del sistema di connessione ship to shore.”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.