IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tomaso, sì al ricorso in Appello: a settembre si deciderà sulla libertà su cauzione

India. E’ stato ammesso il ricorso in Appello contro la sentenza all’ergastolo per Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni, da 18 mesi rinchiusi nel carcere di Varanasi con l’accusa di aver ucciso il loro amico Francesco Montis il 4 febbraio del 2010 nell’albergo che i tre condividevano nel corso di un soggiorno in India.

L’Alta Corte ha emesso inoltre un’ordinanza al tribunale di Varanasi, affinché trasmessa con celerità la documentazione relatova al caso dei due ragazzi italiani. La richiesta di libertà su cauzione, invece, verrà discussa nella settimana che inizia il 26 settembre. Un’udienza, quella di questa mattina, che non ha riservato particolari sorprese e che è andata nel senso atteso dai genitori di Tomaso. Ora i coniugi Bruno sperano in un processo celere.

Francesco Montis è stato trovato agonizzante nella camera dell’hotel Buddha, che si trova nella periferia di Varanasi, per poi morire in una disperata corsa in ospedale. Per l’accusa, il ragazzo sardo sarebbe stato ucciso dai suoi amici per motivi passionali; per la difesa, si tratterebbe di morte naturale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.