Cronaca

Savona, nuovo furto in appartamento: prese 2 nomadi minorenni. Stesso modus operandi degli altri “colpi”

Carabinieri - Savona

Savona. Giovanissime, scaltre, per nulla intimorite dai “rischi della professione” e sicure di farla franca, in un modo o nell’altro. E’ l’identikit delle due ladruncole – entrambe provenienti da un campo nomadi del Torinese – sorprese ieri sera a fare razzia all’interno di un appartamento di un condominio di via Venezia, a Savona.

15 e 16 anni appena, ma con un carriera iniziato nel 2006, anno in cui hanno cominciato a collezionare una sfilza di denunce e a dare il via ad un curriculum da mani di velluto. L’ultima impresa in ordine di tempo risale alle 19 di ieri quando sono state notate aggirarsi con fare sospetto all’interno di un palazzo di via Venezia e sono state sorprese dai carabinieri mentre frugavano all’interno di un’abitazione con l’intenzione di portare via gioielli e contanti.

Alla vista delle divise, nel tentativo di non essere arrestate perché non imputabili, le ragazzine hanno dichiarato di avere 13 e 14 anni, mentre una delle due ha aggiunto di essere incinta, condizione incompatibile col regime carcerario. Dopo una serie di controlli sanitari conclusisi intorno alla mezzanotte, è stata accertata la loro vera età e lo stato di gravidanza della 15enne. Nemmeno questo, però, ha risparmiato il carcere a quest’ultima: la Procura dei Minori ha infatti valutato la struttura di prima accoglienza di Genova adeguata ad ospitarla nonostante il suo stato.

Questo episodio sembra avvalorare la tesi sostenuta dai carabinieri di Savona a proposito della raffica di furti in abitazione messi a segno nel ponte di Ferragosto (una quindicina in una manciata di giorni), ossia che siano opera di ladri improvvisati, probabilmente nomadi, che, come le loro “colleghe” minorenni, si servono di strumenti raffazzonati per entrare nelle case, magari approfittando di qualche distrazione dei proprietari (porte chiuse male o finestre lasciate aperte), agire velocemente e in modo disordinato per portare via anche solo pochi euro. Sempre nella speranza di farla franca e nella convinzione di non rischiare chissà quale pena.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.