Cronaca

Infermiera savonese uccisa dalla malaria in Africa: venerdì i funerali

Clara Giuliano

Vado L. Potrebbero svolgersi venerdì mattina, a Vado Ligure, i funerali di Clara Giuliano, l’infermiera che per tanti anni ha prestato servizio al San Paolo di Savona morta a 39 anni in un ospedale di Nairobi in Kenya, uccisa da una forma fulminante di malaria. Il rientro della salma in Italia infatti dovrebbe avvenire nella notte tra mercoledì e giovedì.

Clara Giuliano ha dedicato la sua vita a curare le persone e, proprio mentre stava lavorando come volontaria in Africa, per conto di un’organizzazione umanitaria non governativa inglese, che gestisce un ospedale militare in Uganda, si è spenta all’improvviso. La savonese aveva iniziato a fare la volontaria all’estero per proseguire la missione iniziata dal marito, Giancarlo Rodino, scomparso nel gennaio di un anno fa, che aveva già seguito a Beirut in Libano e a Damasco in Siria. Clara Giuliano stava preparando le valige per tornare a casa, a Vado, nella frazione di Sant’Ermete, quando è stata colpita dalla forma fulminante di malaria che non le ha dato scampo. Lascia la figlia Chiara, sedicenne, la mamma Mariuccia, il fratello Sergio, la cognata Giovanna e la nipote Alice.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.