Alassio, statua Totò: Galtieri, “una figuraccia, giusto chiedere scusa”

galtieri lista

Alassio. Reazioni per la rimozione della statua di Totò ad Alassio anche da parte del gruppo di opposizione guidato da Angelo Galtieri “Insieme X”, che ha così commentato l’episodio: “Alassio contro Totò, cosa c’entra Totò con la nostra città e così via. Ognuno può avere la sua opinione e pensare cosa vuole, ma l’importante è comprendere che con la scelta fatta dal sindaco in questi giorni noi cittadini di Alassio siamo assimilati a questa mentalità”.

“Il 36 per cento di Alassio ragiona così! È la maggioranza che governa, bene! Ma Alassio non è questa, Alassio è fatta di persone che hanno insegnato a fare dell’ospitalità un mestiere, che hanno fatto cultura, che hanno aperto ad ogni genere di novità esterna, per essere all’avanguardia e crescere e portare il nome di Alassio nel mondo” aggiunge Galtieri.

“Insomma non tutti condividono quella scelta che oggi ci porta alla ribalta, convinti dal vecchio adagio ‘che se ne parli bene o che se ne parli male, basta che se ne parli’. Vorremmo fosse così. Ma noi cittadini che non siamo rappresentati dalla maggioranza ora governante, chiediamo scusa a Totò perché è un eccellenza che tutti ci invidiano e noi siamo italiani e poi alassini, chiediamo scusa per la figuraccia che ha fatto il nostro piccolo paese. E nel nostro giustificarci aggiungiamo che non molte città hanno amministratori illuminati e che purtroppo può succedere, ma soprattutto che solo un 36 per cento, se è ancora tale, è rappresentato da ciò che abbiamo letto sui giornali in questi giorni. Ergo Alassio è anche il 64% di cui facciamo parte pure noi e molti altri che sono indignati, non ci resta che chiedere scusa e dire che non tutta Alassio è in linea con la maggioranza. Scusa Totò…”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.