Altre news

Con il film “Passione” di Turturro si apre il Premio Nazionale Città di Loano

Loano. La proiezione del film di John Turturro, “Passione” e l’incontro pomeridiano con i Liguriani daranno il via domani alla settima edizione del Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana, organizzato dall’Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, con il contributo della Fondazione A. De Mari e il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Savona, dell’ANCI e del MEI.

Alle ore 18,30, in piazza Palestro, ospiti del primo appuntamento de Il Premio Incontra …. saranno i Liguriani che, insieme all’editore Beppe Greppi, presenteranno il loro album d’esordio: “Suoni dai mondi liguri” (Felmay, 2011). Il disco, realizzato dalla formazione che riunisce alcuni tra i più brillanti musicisti della scena folk ligure, raccoglie una eclettica selezione musicale che spazia dal repertorio strumentale ligure e delle zone culturalmente affini (Quattro Province, Monferrato) a composizioni originali del gruppo, dalle ballate tradizionali liguri a canzoni tratte dal repertorio popolare nord italiano e da quello della canzone dialettale ligure. La presentazione dell’album sarà accompagnata da un piccolo showcase. A condurre l’incontro sarà il giornalista musicale John Vignola, direttore artistico del Premio.

Alle ore 21.30, nell’Arena Estiva Giardino del Principe sarà proiettato il film-documentario, presentato alla scorsa Mostra Cinematografica di Venezia, “Passione”di John Turturro. Il film è un viaggio, girato con uno stile che mescola sceneggiata e videoclip, nell’eterna canzone partenopea, melodia classica e ritmi contemporanei, mandolino e rap, con presenze come gli Almamegretta, gli Avion Travel, Pietra Montecorvino, Peppe Barra, Massimo Ranieri, Lina Sastri, James Senese e qualche deviazione geografica, perché canzoni come “O Sole mio” hanno attecchito a tutte le latitudini. E allora ecco nel film anche la tunisina M’Barka Ben Taleb e la portoghese Misia a duettare insieme agli altri. E tra questi il siciliano Rosario Fiorello.

Per Turturro, affiancato dal giornalista musicale de ‘Il Mattino’ Federico Vacalebre, era importante avere talenti diversi e di diversa provenienza. L’occhio straniero, ma non troppo, dell’italo-americano John Turturro attraversa la città e le sue musiche, rievoca storie lontane e miti vicini, alterna l’amarcord alla ricostruzione, i caroselli canori alle voci di strada, la sceneggiata al videoclip, la storia della canzone alle storie che le canzoni narrano e nascondono. Ogni canzone diventa una piccola sceneggiatura, una cartolina sentimentale spedita da una città e dalle forze che la muovono: l’energia, i drammi, l’orgoglio, le ironie. E su tutto una grande, incalzante sensualità, e il riso dell’intelligenza e del cuore.

Il festival proseguirà fino al 29 luglio con la formula del doppio appuntamento musicale: un aperitivo alle 18.30, per presentare i nuovi progetti musicali e il concerto sul lungomare la sera, alle 21.30, con i gruppi maggiormente segnalati dalla giuria del Premio. Novità di quest’anno è la nuova location per gli incontri pomeridiani, che dal Giardino del Principe passano in Piazza Palestro, nel cuore del centro storico. Inoltre, dal 26 al 28 luglio sarà allestito sul lungomare, nello spazio Culturale Orto Maccagli, un’area di esposizione e vendita dei CD musicali delle principali etichette italiane di musica popolare.

Ospiti degli aperitivi musicali del Premio Incontra, saranno: Alfio Antico (26 luglio), Calicanto (27 luglio) i maestri liutai Ettore Losini “Bani”, Valerio Gorla, Walter Rizzo (28 luglio) e Claudia Bombardella e Silvio Torre con l’etichetta RadiciMusic (28 luglio). Da martedì 26 luglio, prenderanno il via i concerti sul lungomare. Dalle ore 21.30, nello spazio Culturale Orto Maccagli, si potranno ascoltare Riccardo Tesi, Banditaliana, La Macina (26 luglio), Peppe Voltarelli (27 luglio), Gai Saber (28 luglio). Il festival si chiuderà con la prima nazionale di “Passione Tour Concerto”, produzione musicale nata da un’idea di John Turturro, con la direzione artistica di Federico Vacalebre. Sul palcoscenico a proporre il ricchissimo patrimonio melodico partenopeo saranno Peppe Barra, James Senese, Almamegretta, Pietra Montecorvino, Misia, M’barka Ben Taleb, Gennaro Cosmo Parlato, Spakka-Neapolis 55. Ospite della serata, John Turturro, che ritirerà il Premio Realtà Culturale 2011 (29 luglio) assegnatogli per il docu-film “Passione”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.