Cairo, monitoraggi dell’aria: nella norma i valori delle polveri fini sospese e dei metalli

Cairo Montenotte centro

Cairo Montenotte. L’aria di Cairo Montenotte continua ad essere “sorvegliata speciale” da parte dell’amministrazione comunale.

Il sindaco Fulvio Briano rende noto di aver ricevuto la relazione tecnica riguardo i monitoraggi dell’aria, fatti eseguire dalla Provincia di Savona in varie zone del proprio territorio, sia in Val Bormida che lungo la costa, tra il 2008 e il 2010, e la rende pubblica sulle pagine del proprio blog.

In particolare nell’area di Cairo, che insieme a Montenotte, Carcare e Altare fa parte della Zona 5, classificata dalla Provincia come area urbana in cui prevale la fonte produttiva, i valori delle polveri fini sospese e dei metalli, rientrano nella norma, mentre per gli IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici) ed in particolare il benzo(a)pirene viene consigliato di continuare a monitorarne l’andamento.

Anche questi parametri, in realtà, non superano la soglia di allerta, ma è giusto che ne venga segnalata la presenza in quantità superiori che in altre zone. Nella relazione si evidenzia come i valori siano soggetti probabilmente alla presenza della cokeria, durante tutto l’anno e che subiscano un peggioramento significativo nei periodi in cui sono in funzionamento gli impianti di riscaldamento.

La necessità di continuare il monitoraggio, sottolineata dalla Provincia, sta già avendo riscontro sul territorio cairese, grazie al progetto realizzato dal Comune in collaborazione con l’Ist di Genova, partito a maggio e che continuerà per i prossimi due anni.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.