Pallanuoto: Carisa Savona battuta dalla Pro Recco, nei quarti trova il Camogli - IVG.it
Sport

Pallanuoto: Carisa Savona battuta dalla Pro Recco, nei quarti trova il Camogli

rariVsrecco20110402 0036

Savona. Pro Recco prima, Savona secondo. I primi due posti erano già noti da tempo e l’ultima partita, ininfluente per la classifica, ha ribadito queste gerarchie.

La sfida tra biancocelesti e biancorossi, seppur resa meno interessante dall’assenza di un’importante posta in palio, è stata comunque combattuta. La capolista è entrata in acqua decisa a non regalare nulla e i locali hanno provato a tenerle testa, regalando un buon spettacolo ai circa 800 spettatori presenti.

L’avvio, però, è a ritmo ridotto. La prima a colpire è la Pro Recco che, dopo 3’45”, sblocca il risultato con Zlokovic in superiorità numerica. I savonesi impiegano 5’59” a sbloccarsi, quando Astarita infila in rete il pallone del pari, anche in questo caso su azione con l’uomo in più. La prima frazione di gioco sembra destinata a chiudersi in parità, ma a 10″ dal termine, ancora in superiorità, Gitto insacca il goal dell’1 – 2.

Le due formazioni paiono voler conservare le proprie energie in vista del finale di gara e pure il secondo tempo inizia senza sussulti. Ci vuole una nuova azione in superiorità per portare la Pro Recco al goal. Lo realizza Benedek dopo 3’05”. Trascorre poco più di un minuto e Astarita accorcia le distanze, a 3’39” da metà gara. Il botta e risposta prosegue: va in goal Ivovic su rigore, dopo soli 5″, Rizzo sorprende tutti e tramuta in rete l’azione con l’uomo in più.

A cavallo tra il secondo e il terzo tempo non si segna per 4’59”. E’ Gitto a muovere il tabellone realizzando il 3 – 5. Immediata la replica di Goran Fiorentini. Entrambe le reti giungono in superiorità numerica. A questo punto i campioni d’Italia sferrano l’allungo decisivo con un parziale di 3 a 0 nel giro di 1’22” che stenderebbe chiunque. Tre reti, tutte a uomini pari, firmate da Ivovic, Figari e ancora Ivovic. Pro Recco avanti 4 a 8. Il Savona prova a reagire, Janovic va a segno, ma 42″ prima dell’ultimo intervallo Giorgetti riporta gli ospiti sul + 4.

La sensazione è che la Pro Recco abbia chiuso la partita e in effetti in acqua cala l’intensità. Il Savona va in goal con Smith che realizza su azione con l’uomo in più. Alla fine per i biancorossi la percentuale di successo in superiorità sarà del 50% per i biancocelesti (4 su 8) e lievemente inferiore per i biancorossi (4 su 9). L’ultimo sussulto si registra con un tiro di rigore per la Carisa che potrebbe regalare un finale più intenso, ma Tempesti para la conclusione di Rizzo. Il Savona cede le armi, Figari e Ivovic siglano l’uno-due per il definitivo 6 a 11.

La Pro Recco archivia così la stagione regolare con 22 vittorie in altrettante partite. Per il Savona, oltre alle due sconfitte con la prima della classe, c’è stato un solo passo falso, quello in casa del Posillipo. Nei quarti di finale la truppa guidata da Claudio Mistrangelo dovrà vedersela con il Camogli che non è andato oltre il pareggio interno con la Lazio e pertanto è stato scavalcato dalla Florentia. I biancorossi, a meno di sorprese, danno appuntamento ai recchelini in finale. Per entrambe inizia ora un tour de force, dato che ai playoff dovranno alternare gli impegni in ambito europeo.

“Il Recco ha meritato di vincere – ha affermato l’allenatore savonese Claudio Mistrangelo –. Noi siamo arrivati alla partita di oggi dopo un periodo di lavoro molto intenso. Non era quello di oggi l’impegno più pressante bensì quelli che verranno a cominciare dai playoff e poi la finale di Coppa Len. Ora dobbiamo andare avanti affrontando una tappa alla volta”.

Maurizio Felugo, giocatore della Pro Recco ed ex biancorosso, è rimasto molto colpito dalla nuova piscina di Savona: “E’ bellissima. Finalmente una piscina all’altezza della città e della Rari”. Poi l’analisi della partita: “Il Savona oggi ha giocato bene e ci ha messo in difficoltà. Noi siamo certamente stati più precisi nelle conclusioni”.

Il tabellino:
Carisa Savona – Ferla Pro Recco 6 – 11
(Parziali: 1 – 2, 2 – 2, 2 – 5, 1 – 2)
Carisa Savona: Volarevic, Astarita 2, Fulcheris, Giacoppo, Smith 1, Rizzo 1, Janovic 1, Angelini, M. Lapenna, D. Fiorentini, Aicardi, G. Fiorentini 1, Antona. All. C. Mistrangelo.
Ferla Pro Recco: Tempesti, F. Lapenna, Figari 2, Washburn, Giorgetti 1, Felugo, Di Costanzo, Figlioli, Benedek 1, Zlokovic 1, Ivovic 4, Gitto 2, Pastorino. All. Porzio.
Arbitri: Maurizio De Chiara (Napoli) e Stefano Pinato (Genova). Delegato Fin: Trovò.

I risultati della 22° giornata:
Carisa Savona – Ferla Pro Recco 6 – 11
Lake Iseo Brixia Leonessa – CN Posillipo 14 – 7
Carige Olio Carli Imperia – Rari Nantes Bogliasco 8 – 14
Rari Nantes Camogli – SS Lazio 13 – 13
Rari Nantes Florentia – Igm Ortigia 12 – 10
Ellevì Nervi – Latina Pallanuoto 13 – 15

La classifica finale della serie A1 2010/11:
1° Ferla Pro Recco 66
2° Carisa Savona 57
3° CN Posillipo 52
4° Lake Iseo Brixia Leonessa 43
5° Rari Nantes Bogliasco 33
6° Rari Nantes Florentia 29
7° Rari Nantes Camogli 28
8° Latina Pallanuoto 24
9° Igm Ortigia 22
10° Ellevì Nervi 19
11° SS Lazio 14
12° Carige Olio Carli Imperia 1

Lazio e Imperia retrocedono in serie A2. Nei quarti di finale, questi gli accoppiamenti: Pro Recco – Latina; Savona – Camogli; Posillipo – Florentia; Brixia Leonessa – Bogliasco. Si giocheranno al meglio delle tre partite con la prima gara e la bella in casa della squadra meglio classificata.

Clicca qui per vedere alcune immagini della partita.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.