Altre news

Savona, giovedì l’addio al giudice Robatto: il ricordo del collega Giuseppe Bruno Franco

Giuseppe Checco Robatto

Savona. Si svolegeranno giovedì mattina, alle 10, nella chiesa di San Domenico, in via Mistrangelo a Savona, i funerali del giudice Giuseppe “Checco” Robatto, che si è spento stanotte, all’età di 75 anni, all’ospedale San Paolo di Savona. Robatto, era una vera e propria “colonna”, non solo per la sua mole, del Tribunale savonese, conosciuto e stimato da tutti. Per anni è stato giudice di pace, prima a Varazze, poi, dall’ottobre 2006, nella città della Torretta.

Il giudice era molto noto anche in città, oltre che per la sua attività lavorativa, anche per il suo impegno nelle attività culturali: dall’Accademia italiana della Cucina al Garden Club, all’associazione “Renzo Aiolfi”. Questa mattina, al primo piano di Palazzo di Giustizia, negli uffici del Giudice di Pace, dove Checco Robatto lavorava, la commozione era nell’aria.

Il giudice Giuseppe Bruno Franco, amico e collega, di Robatto lo ha ricordato come una persona “di grande cuore”. “Era un ‘ragazzo’ meraviglioso e ha sempre svolto bene la sua attività. Era arrivato qui il 2 maggio del 1995 e mi ha lasciato un grandissimo ricordo – racconta Giuseppe Bruno Franco -. Dove arrivava lui portava simpatia, era davvero affabile. Mi mancherà, come amico e come collega”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.