Ospedale di Albenga, Melgrati: "Non bisogna cadere nei tranelli partigiani di Quaini" - IVG.it
Politica

Ospedale di Albenga, Melgrati: “Non bisogna cadere nei tranelli partigiani di Quaini”

Marco Melgrati

Regione. Il consigliere Regionale del Pdl Marco Melgrati prende le distanze dall’ordine del giorno presentato da Roberta Gasco sullo spostamento delle attrezzature del reparto “fantasma” di Ostetricia e Neonatologia di Albenga a Santa Corona.

“Ero stato avvertito via telefono dalla collega Gasco di questa iniziativa ieri mattina e avevo già dichiarato la mia contrarietà, che è poi quella di tutto il comprensorio albenganese. Peraltro ero assente dall’aula per un impegno istituzionale improrogabile, diversamente la mia voce si sarebbe levata alta a difesa del reparto di Albenga. Questa Caporetto non può e non deve essere avvallata dal centrodestra” scrive Melgrati in comunicato.

“E’ nota la mia battaglia in consiglio regionale per l’apertura di un reparto promesso in campagna elettorale e mai aperto, con spreco di denaro. Questo ordine del giorno è miope, perché un consigliere regionale eletto sul territorio savonese deve avere a cuore tutto il territorio, e non solo quello dove risiede. In un momento dove è chiara la volontà della Regione e dell’assessore di depotenziare i nosocomi di Albenga e Cairo a vantaggio di Savona, non bisogna abbassare la guardia o cadere nei tranelli “partigiani” del presidente della Commissione Sanità StefanoQuaini, come questo episodio dimostra, ma continuare a denunciare gli sprechi e le carenze della sanità anche savonese, intesa come tutta la filiera provinciale” conclude Melgrati.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.