Cronaca

Infermiera professionale in casa di riposo senza i requisiti: condannata a 6 mesi

Savona Tribunale

Savona. Si è chiuso questa mattina con una condanna a sei mesi di reclusione il processo che vedeva imputata, in Tribunale a Savona, con l’accusa di esercizio abusivo della professione, una 51enne, S.F., originaria del comasco. Secondo la tesi accusatoria infatti la donna avrebbe infatti prestato servizio come infermiera “professionale”, in una residenza per anziani di Varazze (il “Clari Hotel”) pur essendo priva dei requisiti necessari. La denuncia era partita dalla segnalazione dei parenti di alcuni degli anziani ospiti della struttura che avevano avuto problemi con l’imputata.

Da lì le verifiche e la scoperta, nel 2005, che l’infermiera non aveva le abilitazioni richieste per svolgere certe mansioni: la donna infatti ha solo un diploma da infermiera “generica”, conseguito in una scuola di Cantù, che quindi non l’avrebbe autorizzata a ricoprire il ruolo che le era stato affidato nella clinica. Ragione per cui il giudice ha ritenuto di condannarla.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.