Cronaca

Cartiera Verde di Varazze: presidio dei lavoratori davanti al tribunale

Savona. Presidio dei lavoratori della cartiera di Varazze davanti al tribunale di Savona. Questa mattina i dipendenti dello stabilimento, riuniti in comitato con il sostegno di CUB Informazione, hanno chiesto di poter incontrare il giudice incaricato di gestire il fallimento della Ex Continental Paper, ora Cartiera Verde Romanello.

Con lo scadere imminente della cassa integrazione ordinaria, i lavoratori vivono giorni di apprensione. La direzione Romanello ha comunicato al liquidatore che i lavoratori cessaranno ogni rapporto con l’azienda che li ha assunti e retribuiti fino all’anno scorso, cioè fino a quando ha fermato la produzione e attivato la CIG. “Chi è il nostro datore di lavoro oggi e chi attiverà la procedura di cassa integrazione straordinaria?” chiedono i dipendenti.

La dottoressa Fiorenza Giorgi, stamane impegnata in udienza, non ha potuto ricevere in tribunale la delegazione della Cartiera Verde. Ha però comunicato la propria disponibilità ad incontrare i lavoratori nella mattinata di mercoledì 26 gennaio.

Così i lavoratori: “Ci auguriamo che per quella data il giudice sia in grado di fornirci risposte certe”. Aggiungono inoltre: “Alla paradossale situazione di uno stabilimento che, in un momento di crisi generale, potrebbe essere velocemente riaperto e riconvertito se trovasse soluzione la controversia esistente (ormai da anni) con il proprietario di una porzione di area interna allo stabilimento, si aggiunge un pesante motivo di preoccupazione per i lavoratori, che rischiano di non poter usufruire degli ammortizzatori sociali se non si hanno risposte rapide”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.