A Savona “arte irregolare” tra creatività e recupero psichiatrico

Ferdinando Molteni

Savona. “Opere di sicuro impatto e sorprendenti”. Così le definisce l’assessore alla cultura Ferdinando Molteni, che ha promosso l’originale mostra in programma a Savona “Intelligenze rovesciate: l’arte incontra l’arte irregolare”.

L’esposizione sarà ambientata a Palazzo del Commissario dal 20 febbraio al 4 aprile, con un convegno informativo che dovrebbe svolgersi il 4 marzo. Saranno visibili le creazioni artistiche realizzate dagli ospiti di alcuni istituti psichiatrici.

Il percorso artistico, infatti, viene utilizzato negli stessi istituti con l’obiettivo non solo dell’intervento terapeutico, ma anche del reinserimento sociale. In particolare, la mostra nasce dall’idea collaborativa proposta al Comune savonese dalle cooperative sociali La Polena e La Redancia.

Per la giunta savonese e l’assessorato alla cultura in particolare si tratta, oltre che di un appuntamento artistico, anche di “mostrare la dovuta attenzione alle problematiche dell’intregrazione sociale e al recupero del disagio attraverso strumenti creativi”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.