Danneggiamenti alla cappella votiva sul monte Piccaro: vandali presi grazie a FB - IVG.it
Cronaca

Danneggiamenti alla cappella votiva sul monte Piccaro: vandali presi grazie a FB

Borghetto - cappella votiva Madonna Monte Piccaro

Borghetto Santo Spirito. Dopo mesi di indagini, la Polizia Municipale di Borghetto Santo Spirito è riuscita a risalire agli autori del danneggiamento della cappella votiva dedicata a Nostra Signora della Guardia ubicata sulla vetta del monte “Piccaro” che molto sdegno e sgomento ha provocato nella comunità borghettina.

Si tratta di quattro maggiorenni e di due minorenni residenti in Lombardia e in Piemonte (uno di loro con precedenti penali), giunti in Riviera l’estate scorsa per trascorrere le vacanze. L’episodio risale infatti all’8 agosto 2010 dopo una segnalazione della Protezione Civile del Comune che riferiva atti di vandalismo perpetrati da ignoti ai danni della Cappella votiva nella quale è custodita la statua della Madonna. In pratica, erano state distrutte e asportate le pietre decorative integranti la struttura della cappelletta, imbrattate con scritte varie (fra cui bestemmie) con pennarelli indelebili e danneggiato l’impianto di illuminazione adiacente la struttura. A seguito di ciò un nucleo di Operatori appartenenti al Comando di Polizia Municipale, appositamente costituito dal Comandante Salvatore Montalbano, hanno iniziato una serie di accertamenti e indagini sulle scritte che riportavano alcuni nomi dei vandali. Poi, grazie a Facebook, gli investigatori sono riusciti ad entrare nei vari profili risalendo così alla banda di “furbetti”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.