Cronaca

Albanese ferito in lite con marocchino: l’amico accusato nega di averlo colpito

Savona Tribunale

Savona. Piccolo “colpo di scena” nell’indagine sull’aggressione ad un cittadino marocchino di 38 anni, avvenuta all’inizio del mese in piazza del Popolo a Savona. Per l’episodio erano finiti in manette tre albanesi Albjan M., 22 anni, Kreshnik P., di 27, e Alberto M., di 27, quest’ultimo rimasto gravemente ferito, per mano di uno dei suoi connazionali, durante la lite. La novità è che il legale di Albjan M., quello che secondo l’accusa ha colpito l’amico con una stecca di biliardo tentando di colpire il marocchino, ha presentato un’istanza al Tribunale del Riesame perché, in realtà, non sarebbe stato il suo cliente a ferire Alberto M..

Il difensore del 22enne, l’avvocato Andrea Cechini, sostiene infatti che sia stato compiuto un errore nel riconoscimento del suo assistito e nell’attribuire a lui la responsabilità del ferimento dell’amico. Secondo il legale la descrizione dell’aggressore non corrisponde alle caratteristiche fisiche del suo cliente e, su questa base, ha deciso di presentare la richiesta al Riesame.

Questa mattina, inoltre, il legale è stato ricevuto dal pubblico ministero Giovanni Battista Ferro al quale ha fatto presente che, a suo giudizio, c’è stato uno “scambio di persona”. La decisione dei giudici genovesi dovrebbe arrivare la prossima settimana.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.