Sport

Prima Categoria, il Quiliano fa suo lo scontro di alta classifica: la cronaca

P1170192

Pietra Ligure. Un solido Quiliano ha portato via l’intera posta del terreno del Pietra Ligure con un 2 a 0 che punisce eccessivamente i biancocelesti. La squadra allenata da Mario Gerundo ha avuto dalla sua una buona sorte che invece è mancata ai locali, i quali, pur volenterosi, non sono riusciti a trafiggere un Cancellara che si è dimostrato portiere da categoria superiore.

La partita inizia con lieve ritardo e dopo un minuto di silenzio, effettuato, come su tutti i campi della regione, in memoria di Andrea Nicchiotti, presidente della Figc Liguria dal 1992 al 2000.

La temperatura è rigida e le due squadre stentano a carburare. Dopo una decina di minuti Sansalone resta a terra per aver appoggiato male un piede: un problema alla caviglia lo costringe ad uscire accompagnato dal massaggiatore e a lasciare il posto a Ravano.

Nei primi venti minuti è il Quiliano a fare il gioco, mentre il Pietra non si affaccia mai nella trequarti avversaria. Al 14° azione corale dei biancorossi: De Luca scambia con Armellino, da questi a Montalto che dalla destra fa partire un cross sul quale Panarello anticipa Montisci deviando in angolo. Al 20° c’è un corner dalla sinistra calciato da Travi, in area Dessì colpisce di testa e il pallone corre in area senza che nessun avanti ospite ne approfitti.

Al 21° Fontana si fa notare con una percussione sulla sinistra e un assist per Fraire che in area è anticipato all’ultimo momento da Komoni. Il Quiliano torna a farsi vedere al 25° con una punizione dalla distanza che Baldi tocca a Dessì, il quale spara ampiamente a lato.

A risvegliare gli infreddoliti spettatori, nel frattempo accorsi in buon numero sugli spalti dopo che al fischio d’inizio erano presenti pochi intimi, ci pensa Fontana. Il numero 9 pietrese, oggi capitano per l’assenza di Sparzo che siede in tribuna, ha spazio ai venti metri e fa partire un gran tiro che si stampa sull’incrocio dei pali alla destra di Cancellara. L’azione prosegue con Alestra che rilancia cercando Fornari, ma Komoni sventa in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina tiro da dimenticare di Usai.

Il Pietra Ligure, galvanizzato, insiste e dà vita ad un’azione collettiva che termina con una conclusione di Vanzini completamente fuori misura. Al 33° qualche brivido lo regala Rumbolo che blocca in tre tempi un cross proveniente dalla destra.

Al 35° episodio discusso: Fontana scappa sulla fascia sinistra palla al piede, entra in area, si accentra e, contrastato da Dalpiaz, va a terra. L’attaccante locale protesta a gran voce, in tribuna i pareri sono contrastanti, per l’arbitro è tutto regolare.

Gli ospiti al 35° hanno a disposizione un calcio di punizione: Travi si incarica dell’esecuzione, Rumbolo para in due tempi. Sull’azione successiva ci prova Baldi al volo, sparando altissimo.

Al 39°, quasi all’altezza della metà campo, Carrossino calcia una punizione tesissima, Fornari si inserisce in area e stoppa di petto ma la palla si impenna ed è preda di Cancellara. Passano un paio di minuti e la squadra guidata da Luciano Dondo ha un’altra ottima occasione. Ancora un calcio da fermo dalla sinistra di Carrossino che imbecca sul lato destro dell’area Usai, il quale controlla bene e crossa, Cancellara devia, l’azione prosegue concitata fin quando la sfera giunge a Fraire che, da ottima posizione, calcia alto sopra la traversa.

Sul finire del primo tempo anche il Quiliano perde un difensore per infortunio, Dalpiaz, sostituito da Sala. Ad inizio ripresa è ancora il Pietra a sembrare più propositivo, nel tentativo di passare in vantaggio. Dopo 4′ il neo entrato Infante si invola per le viene centrali e viene steso da Sala che si becca il cartellino giallo. Poco dopo Fornari calcia una punizione dalla destra: la sfera corre pericolosamente in area ma nessuno ne approfitta e i biancorossi rilanciano il contropiede, con Montalto che percorre metri su metri e va al cross dalla destra ma la difesa locale ha ripreso posizione e respinge.

Al 7° Vanzini dalla trequarti serve un ottimo pallone in verticale per Fontana che in area, al momento di tirare, è contrastato in angolo da Komoni. Poi è Carrossino a innescare Fontana e Cancellara deve uscire fuori dall’area per anticiparlo con un colpo di testa.

Il Quiliano non riesce più a pungere e al 10° Travi prova la stoccata dalla distanza, pallone alto. Al 16°, improvviso, arriva il vantaggio dei biancorossi. Montalto dalla destra calcia verso la porta locale, la palla carambola sulla schiena di Montisci e prende una traiettoria che spiazza Rumbolo. L’esultanza degli ospiti, vista la rete tutt’altro che intenzionale, è contenuta.

La reazione del Pietra è volenterosa ma poco lucida. Al 22° nuova punizione sul lato destro del campo di Fornari che scodella in area dove Infante colpisce di testa debolmente e Cancellara si impossessa del pallone. Sull’altro fronte calcio di punizione dell’ex di turno Travi: alto.

Al 25° un assist dalla destra di Fornari trova Panarello che fa partire un rasoterra che, lievemente deviato, sfiora il palo. Il Quiliano rifiata un paio di minuti con Montisci che resta a terra per crampi. Quando si riprende Infante dialoga con Fraire e viene steso al limite dell’area. La punizione è da posizione centrale e sul pallone va Fornari: la sua stoccata trafigge la barriera ma Cancellara sventa a pugni chiusi.

Alla mezz’ora Fraire dai trenta metri riceve palla e senza esitare fa partire un fendente sul quale Cancellara è ancora bravissimo a respingere in angolo. I biancocelesti vogliono il pari e si scoprono, pagandone le conseguenze al 31° quando il Quiliano riparte in contropiede e Vanzini ferma irregolarmente Montisci. Alassio espelle il numero 10 locale per fallo da ultimo uomo.

L’inferiorità numerica sembra porre fine alle speranze del Pietra. Su un angolo dalla destra di Travi, in area Montisci svetta e mette la palla in rete ma nel farlo si appoggia a un difensore e si riparte con una punizione per i locali. Al 33° Montalto da posizione centrale prova la botta rasoterra che si spegne a lato alla destra di Rumbolo.

Il Pietra prova a gettarsi in avanti al 35° e dà vita ad un’azione concitata nell’area avversaria che si conclude con un debole tiro di Usai facile preda per Cancellara. Poco dopo Sala e Infante hanno qualcosa da dirsi e per interrompere il loro battibecco è costretto ad intervenire il direttore di gara.

Al 45° Fontana dal limite dell’area calcia un diagonale teso che Dessì sfiora di testa e termina a lato. Il tiro dalla bandierina non va a buon fine e il Quiliano riparte in contropiede. I locali sono completamente sbilanciati; i biancorossi si trovano in quattro contro uno e hanno vita facile: Castagno tocca ad Anselmo che batte per la seconda volta Rumbolo e corre ad esultare verso la panchina, scrivendo la parola fine sull’incontro.

Il tabellino:
Pietra Ligure – Quiliano 0 – 2 (p.t. 0 – 0)
Pietra Ligure: Rumbolo, Sansalone (p.t. 14° Ravano), Carrossino, Panarello, Alestra, Usai, Fornari, Di Lorenzo (s.t. 1° Infante), Fontana (capitano), Vanzini, Fraire (s.t. 38° Ricotta). A disposizione: Sparzo, Pisano, Vassallo, Biocchi. All. Dondo.
Quiliano: Cancellara, De Luca (s.t. 19° Castagno), Komoni, Cosentino, Dalpiaz (p.t. 45° Sala), Dessì, Montalto, Baldi, Armellino (s.t. 1° Anselmo), Travi (capitano), Montisci. A disposizione: Mosca, Porta, Recagno, Dorindo. All. Gerundo.
Arbitro: Simone Alassio (Imperia).
Reti: s.t. 16° Montisci (Q), 45° Anselmo (Q).
Espulsioni: s.t. 31° Vanzini (P).
Ammonizioni: p.t. 13° Di Lorenzo (P), 34° Baldi (Q), s.t. 4° Sala (Q), 8° Vanzini (P), 30° Fontana (P), 31° Montisci (Q), 35° Usai (P).
Calci d’angolo: Pietra Ligure 6, Quiliano 4.
Fuorigioco: Quiliano 3, Pietra Ligure 0.
Recupero: 1′, 5′.

Clicca qui per vedere alcune immagini della partita.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.