“Mercoledì Letterari” al Redemptoris Mater: domani “La poesia di Ungaretti” - IVG.it

“Mercoledì Letterari” al Redemptoris Mater: domani “La poesia di Ungaretti”

Albenga, Comune, piazza san michele

Albenga. Domani, mercoledì 24 novembre alle ore 15,30, presso l’aula magna del Centro Scolastico Redemptoris Mater di Albenga, si terrà un nuovo appuntamento con i “Mercoledì Letterari”, iniziativa organizzata dall’istituto scolastico con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Albenga.

Titolo dell’incontro: “La poesia di Ungaretti”, a cura del professor Gian Giacomo Amoretti dell’Università di Genova.

Gian Giacomo Amoretti si è laureato nel 1972 nell’Università di Genova con una tesi sull’opera critica di Giovita Scalvini. Dal 1973 al 1980 è stato borsista e contrattista: dal 1980 svolge attività didattica e scientifica come ricercatore confermato presso l’Istituto di Letteratura Italiana (ora Diras) della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova. Gli sono stati affidati gli insegnamenti di Storia della critica letteraria nel corso di laurea di Lettere e di Letteratura italiana nei corsi di laurea del Dams e di Filosofia.

I suoi interessi scientifici vanno dalla poesia romantica (ha studiato in particolare le Grazie del Foscolo) alla letteratura ligure secentesca (Gabriello Chiabrera), ottocentesca (Lorenzo Costa, Remigio Zena) e novecentesca (Sbarbaro, Pastorino, Mario Novaro, Pastonchi, Guerrini). Si è anche occupato di questioni relative alla storia della critica letteraria, sia del periodo romantico (Giovita Scalvini e i suoi studi su Manzoni e Goethe), sia di quello positivistico (la “Rassegna della Letteratura Italiana” dal 1893 al 1915), nonché di letteratura novecentesca, con studi su Italo Svevo, Tommaso Landolfi e la poesia italiana più recente (Mario Luzi, Roberto Mussapi). Con Giorgio Bàrberi Squarotti e Giannino Balbis ha scritto una Storia e antologia della letteratura italiana in sei volumi per i licei (editore Atlas).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.