Finale: autorità civili e militari alla celebrazione del maresciallo Ghione - IVG.it

Finale: autorità civili e militari alla celebrazione del maresciallo Ghione

Finale Ligure. Il Comune e la sezione finalese dell’Associazione nazionale Carabinieri hanno ricordato il Maresciallo Capo Daniele Ghione, nato a Finale l’8 luglio del ’72 e morto il 12 novembre del 2003 nell’attentato al contingente italiano in Iraq. Le cerimonie hanno preso il via alle 10, nei giardini “Daniele Ghione”, con la deposizione di una corona al monumento che la città ha fatto erigere di fronte alla caserma dell’Arma per ricordare il giovane carabiniere scomparso.

Alle 11 monsignor Vittorio Lupi, vescovo della Diocesi di Savona-Noli, ha celebrato una messa nella Basilica di San Giovanni Battista. Alla cerimonia erano presenti autorità civili e militari e diverse scolaresche, oltre ai genitori di Daniele: “In questi sette anni le istituzioni non ci hanno mai abbandonato, anche se questo 12 novembre per noi resta comunque la giornata più triste”.

Nelle foto di Emilio Rescigno: alcuni momenti della commemorazione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.