Basket, B d’Eccellenza: una Cestistica appannata coglie due punti in rimonta - IVG.it
Sport

Basket, B d’Eccellenza: una Cestistica appannata coglie due punti in rimonta

dsc 9030-as-smart-object-1

Savona. I due punti conquistati e il carattere dimostrato nell’ultimo quarto sono le poche note positive per la Cestistica Savonese nella partita vinta con Moncalieri, perché, a parte il seppur importantissimo ed essenziale particolare del successo, la gara delle ragazze di coach Vito Pollari è stata decisamente sotto tono rispetto alle ultime uscite.

La prima frazione di gioco inizia con le due formazioni piuttosto contratte. Il gioco latita da entrambe le parti e la fanno da padroni gli errori al tiro ed i passaggi sbagliati. Le savonesi fanno troppa fatica a trovare la via del canestro e non riescono neppure ad approfittare della maggior velocità in fase offensiva per colpire le avversarie, le quali si attardano più di una volta a tornare in difesa. Scrignar non riesce a colpire come al solito, sbaglia facili conclusioni e Pollari decide a tre minuti dal termine della frazione di mandare in campo al suo posto Casto. Il quarto si chiude con le ospiti sopra di 3 lunghezze (9 – 12).

Il secondo quarto non vede un miglioramento nel gioco delle biancoverdi che stentano ancora a trovare la via del canestro mentre Moncalieri colpisce anche dalla lunga distanza ed incrementa il vantaggio sino al + 16. Scrignar, rientrata in campo al posto di Babino, finalmente ritrova la sua vena realizzativa e con quattro canestri consecutivi tiene a galla le locali. Besagni lotta sotto canestro (per lei saranno alla fine 11 i rimbalzi conquistati in difesa e 3 in fase offensiva) ed il gioco delle biancoverdi sembra avere una maggiore fluidità. Le ragazze di Moncalieri non intendono però mollare e riescono a mantenere il divario riuscendo a chiudere anche questo quarto in vantaggio (21 – 29).

Al rientro dall’intervallo le ragazze della presidente Oggero appaiono più determinate. Scrignar continua a macinare punti ma non è aiutata dalle compagne che continuano a non trovare la precisione al tiro. Anche dalla lunetta la Gelfresco è imprecisa (alla fine sarà un 13/28) e, causa alcune incertezze difensive, permette alle avversarie di allungare (+ 15 a 4’ dal termine del quarto). La partita sembra nelle mani delle ospiti che, pur non approfittando pienamente delle distrazioni savonesi, chiudono in vantaggio la terza frazione per 34 – 43.

Nell’ultimo quarto Pollari decide di cambiare difesa e dispone le sue a zona nella speranza di recuperare palloni e scappare in contropiede. Ed infatti, grazie soprattutto a buoni palloni recuperati a rimbalzo da Besagni, le savonesi sfruttano più volte la superiorità numerica a si riportano sotto. Babino, che per tutta la partita era stata imprecisa al tiro, trova finalmente due tiri pesantissimi che riportano sotto le padrone di casa. Ciriminna, sempre grintosissima in difesa, recupera importanti palloni e la Cestistica riesce a rosicchiare punti alle avversarie che appaiono un po’ in difficoltà contro la difesa savonese.

L’ultimo minuto di orologio è al cardiopalma. Il folto pubblico savonese sugli spalti incita a gran voce le biancoverdi e diventa il sesto uomo in campo. Le piemontesi, avendo raggiunto già il quarto fallo di squadra, mandano più volte dalla lunetta le locali che, con Scrignar e Besagni, realizzano e si portano a 21” dal termine della gara sul + 3. E’ il primo vantaggio savonese. L’allenatore piemontese chiama minuto e da parte savonese Pollari avverte le sue di non commettere assolutamente fallo su tiro da tre.

Le squadre rientrano in campo con palla nelle mani delle ospiti e a questo punto Casto commette l’ingenuità che potrebbe costare la partita commettendo fallo a 3” dal termine dell’incontro su tiro pesante della sua avversaria. La giocatrice ospite va dalla lunetta con la possibilità di pareggiare l’incontro ma sbaglia il primo tiro libero mentre realizza i restanti due. Ancora time-out chiamato dalle ospiti e 3” ancora da giocare. Al rientro in campo l’arbitro per il nuovo regolamento consegna la palla a Babino in fase di rimessa d’attacco, ma la giocatrice, non riuscendo a servire nessuna delle sue compagne, getta la sfera su i piedi dell’avversaria, entrando però in campo. L’arbitro fischia l’infrazione a consegna la palla in rimessa alle piemontesi che in 2” non riescono però ad arrivare alla conclusione. Le ragazze e i tecnici biancoverdi possono così esultare per una vittoria a lungo insperata.

Il tabellino delle savonesi allenate da Pollari e Napoli: Scrignar 29, Besagni 10, Babino 10, Ciriminna 4, Grillo 2, Casto 1, Iannuzzi ne, A. Marchetti ne, Ariu ne, Carzolio ne. L’incontro è stato arbitrato da Davide Ciregna (Piacenza) e Pietro Fontanini (Modena).

I risultati del 5° turno:
Gelfresco Savona – Azzurra Moncalieri 56 – 55
B&P Costa Masnaga – Starlight Valmadrera 43 – 73
Sabiana Vittuone – New Basket A-Zena Genova 56 – 48
Conad Cossato – Stars Novara 80 – 57
Pallacanestro Torino – Autorighi Lavagna 45 – 66
ha riposato: Basket Team Cantù

La classifica vede la Gelfresco salire al 3° posto, con il turno di riposo già alle spalle:
1° Starlight Valmadrera 10
2° Conad Cossato 8
3° Gelfresco Savona 6
3° Autorighi Lavagna 6
5° Pallacanestro Torino 6
6° Stars Novara 4
6° Azzurra Moncalieri 4
8° B&P Costa Masnaga 4
9° Sabiana Vittuone 2
10° Basket Team Cantù 0
11° New Basket A-Zena Genova 0
Gelfresco Savona, Autorighi Lavagna, Stars Novara, Azzurra Moncalieri e Basket Team Cantù hanno giocato una partita in meno.

Sabato 13 novembre alle ore 21 la Cestistica Savonese sarà ospite della Stars Novara nel palasport Sartorio di viale Verdi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.