Cronaca

Alassio, inchiesta spiagge: sotto torchio il segretario comunale Valdiserra

Palazzo di Giustizia (Tribunale) di Savona

Alassio. Prosegue a ritmo serrato l’inchiesta della Procura della Repubblica di Savona sulla gestione delle spiagge comunali di Alassio. Nello stretto giro di interrogatori pianificati dagli organi inquirenti oggi è stata la volta di uno degli indagati di spicco dell’indagine giudiziaria, ovvero il segretario comunale Demetrio Valdiserra. Intorno alle 10 è salito al sesto piano di Palazzo di Giustizia dove è stato ascoltato, alla presenza del suo legale, dalla sostituto Maria Chiara Paolucci, titolare dell’inchiesta assieme al procuratore capo Francantonio Granero.

In qualità di segretario comunale la Procura intende vagliare la posizione di Valdiserra alla luce degli atti amministrativi emessi sulla gestione delle spiagge e sul passaggio dalla Gescomare (società mista pubblico-privata) alla società pubblica Bagni di Mare. Valdiserra è indagato per abuso d’ufficio assieme ad altri amministratori alassini. La sua audizione è terminata intorno alle 14 e 30, due ore e mezzo di interrogatorio sul quale gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo.

“Direi che è andata bene il mio assistito ha risposto a tutte le domande – ha detto l’avvocato Flavio Opizzo -. Abbiamo presentato una serie di documenti e precisato alcuni aspetti dell’inchiesta, ritengo che gli atti documentali relativi all’attività amministrativa del Comune possano aver chiarito la nostra posizione”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.