Pallanuoto, Coppa Len: la Rari Nantes ha la meglio sul temuto Shturm Chehov - IVG.it
Sport

Pallanuoto, Coppa Len: la Rari Nantes ha la meglio sul temuto Shturm Chehov

20100418rariVsnervi20100505 0011

Savona. Smaltire in fretta la delusione legata alla prematura eliminazione in Eurolega. Era questo l’imperativo in casa Rari Nantes Savona e, nell’impegno di venerdì sera, è stato rispettato. I biancorossi, in acqua a Koper, in Slovenia, per il girone valido per la seconda fase della Coppa Len, sono partiti alla grande, dimostrando di aver superato il contraccolpo psicologico per quanto accaduto a Barcellona.

I savonesi erano chiamati ad affrontare subito la rivale più temuta del girone, i russi dello Shturm 2000 Chehov. E l’incontro, combattutissimo e sempre sul filo dell’equilibrio, ha visto la Rari Nantes imporsi per 10 a 9.

In avvio lo Shturm ha provato il primo allungo e gli otto minuti iniziali si sono chiusi sul 3 a 2 a favore dei russi. A metà gara il tabellone segnava 5 – 4 ma nella terza frazione il Savona ha scavalcato gli avversari, andando all’ultimo intervallo in vantaggio di un goal. Un margine mantenuto fino alla fine, dato che la quarta frazione ha registrato 2 reti per parte.

“Vittoria importante e faticosa – ha commentato a caldo l’allenatore Claudio Mistrangelo – ora pensiamo alle altre”. Da segnalare anche la buona notizia dell’esordio tra i pali biancorossi del portiere Goran Volarevic, autore di una buona prestazione.

Per i biancorossi sono andati a segno tre volte Rizzo (tutti su rigore), due ciascuno Janovic e Aicardi, una a testa Lapenna, Goran Fiorentini e Federico Mistrangelo.

Per quanto riguarda le superiorità numeriche, i savonesi hanno registrato un 4 su 9, più quattro rigori di cui uno fallito da Janovic, mentre i russi hanno segnato 5 reti su 9 opportunità con l’uomo più, cui si aggiunge un rigore realizzato. Hanno dovuto lasciare anticipatamente la vasca per raggiunto limite di falli Smith e Deni Fiorentini ma tutti i savonesi chiamati in causa si sono fatti trovare pronti dando il loro contributo alla vittoria finale.

Nell’altro match della prima giornata il Vaterpolo Koper Rokava ha battuto per 15 – 8 il Nautical Club of Patras.

Riguardo alle prossime sfide, Mistrangelo commenta: “Il Koper è molto diverso dall’anno scorso, ha cambiato l’allenatore e ben otto giocatori. E’ probabilmente una squadra alla nostra portata, ma giocheremo contro di loro l’ultima partita in programma domenica mattina che sarà probabilmente quella decisiva per il passaggio del turno. Per quanto riguarda il Patrasso non è male come squadra e lo ha già dimostrato lo scorso anno mettendo in difficoltà formazioni di livello. E’ stato nel complesso un sorteggio non felice e dovremo giocare fino in fondo”. Domani sera la Rari affronterà i greci del Nautical Club of Patras alle ore 18,30.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.