IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coppa Italia Lega Pro: Spezia-Savona 0-0, tempi supplementari

Savona. Dopo aver superato brillantemente il girone eliminatorio, con due vittorie e due pareggi, il Savona era atteso dal primo turno ad eliminazione diretta della Coppa Italia di Lega Pro. La formula prevede gara unica con il fattore campo deciso dal sorteggio: agli striscioni è toccato lo Spezia, con la trasferta allo stadio Picco.

I biancoblu hanno così sfidato un’altra squadra di categoria superiore, dopo aver pareggiato a Viareggio lo scorso 26 agosto. Anche questa volta i savonesi hanno ben figurato, tenendo testa allo Spezia. La gara nei tempi regolamentari si è conclusa con il risultato di 0-0.

Con l’intento di preservare le energie di molti titolari, Gennaro Ruotolo ha schierato in gran parte seconde linee. Il Savona si è presentato in campo con Mogni, Chiarini, Romeo, Briano, Marconi, Carbone, Cattaneo, Garin, De Angelis, Mezgour, Pellini. In panchina siedono Nicastro, Antonelli, Praino, Ymeri, Pizzolato, Crudo, Parodi.

Anche l’allenatore spezzino Pane segue la stessa lunghezza d’onda, mandando in campo Conti, Capuano, Toppan, Lollo, Comazzi, Padoin, Chianese, Grieco, Cisterni, Casoli, Ferrarese. A disposizione ci sono Aprea, Buscaroli, Enow, Musto, Boldrini, Lazzaro, Cesarini.

Il Savona è sceso in campo in divisa rossa, lo Spezia in maglia bianconera. Fin dai primi minuti il ritmo è tutt’altro che trascendentale. Tentativi di fraseggi da ambo le parti ma nessuna azione degna di nota.

Al 13° Briano inventa un bel traversone per Mezgour, ma questi è in fuorigioco. Sul cambio di fronte ci prova gli aquilotti con un’azione corale che termina con un colpo di testa di Ferrarese sul fondo. Il primo cartellino giallo, al 16°, è a carico di Capuano per un fallo su Pellini.

I locali provano ad accelerare. Al 20° corner battuto da Chianese per Ferrarese che è solo a sinistra, cross in mezzo ma nessun attaccante dello Spezia ci arriva e la palla termina sul fondo. La spinta dei bianconeri porta ad un paio di occasioni da rete: la più ghiotta nasce da una ripartenza di Casoli che solo dal cerchio di centrocampo arriva al limite dell’area e calcia, ma Mogni non si fa trovare impreparato e da posizione ravvicinata respinge sicuro.

Scampato il pericolo gli striscioni provano a rallentare il ritmo. Al 33° rischiano a seguito di un pericoloso lancio di Chianese per Casoli, ma quest’ultimo è colto in fuorigioco.

Al 34° Capuano viene nuovamente sanzionato per un intervento falloso: secondo cartellino giallo e Spezia in dieci uomini. Nella prima frazione di gioco, compreso il minuto di recupero concesso dall’arbitro Lo Castro, non accade più nulla. Unica nota di cronaca è l’ammonizione di Briano.

Nonostante l’inferiorità numerica, nella ripresa sono gli spezzini a partire più decisi. Dopo 2′ hanno a disposizione un calcio da fermo dal limite dell’area, defilato sulla sinistra: Cisterni per Casoli che prova la conclusione, Mogni para con sicurezza.

Il Savona, però, prende nuovamente le misure ai rivali e tiene bene il campo. All’8° altro cartellino giallo: ne fa le spese Grieco, reo di un fallo su Cattaneo. “Veleno” fa dannare il reparto difensivo locale e al 13° si procura un nuovo fallo, inducendo il direttore di gara ad ammonire anche Toppan.

Al 18° Cattaneo entra in area palla al piede, vede Garin sulla destra e lo serve, l’argentino prova un traversone intercettato dalla difesa dello Spezia, la palla viene ribattuta e termina fuori area dove irrompe Pellini che ci prova dalla distanza spedendo alto sopra la traversa. Lo stesso Pellini, 3 minuti dopo, viene richiamato in panchina da Ruotolo per lasciare spazio a Parodi.

Il possesso palla è prevalentemente savonese e i locali, nel tentativo di interromperlo, cadono spesso nel fallo. Al 25° altro cartellino giallo, questa volta l’ammonito è Cisterni. Al 26′ il Savona sfiora il gol con un’azione pericolosa nata da un corner battuto da Cattaneo: sul secondo palo c’è Garin che in spaccata manca di poco lo specchio della porta. Un minuto dopo lo Spezia sostituisce Ferrarese con Buscaroli.

Al 29′ altra occasione per i biancoblù: Mezgour dalla sinistra recupera una palla che stava terminanbdo fuori, si accentra e tira ma Conti respinge. A dieci minuti dalla fine altri cambi: i padroni di casa sostituiscono Grieco con Musto e Chianese con Cesarini. Pochi minuti più tardi brivido per il Savona su calcio d’angolo: Casoli, su cross di Cesarini, di testa centra la traversa.

Le emozioni dei primi 90 minuti finiscono qui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.