Calcio, il Pietra non sa gestire un triplo vantaggio: il Santo Stefano 2005 strappa il pari - IVG.it
Sport

Calcio, il Pietra non sa gestire un triplo vantaggio: il Santo Stefano 2005 strappa il pari

P1140783

Pietra Ligure. La partita tra Pietra Ligure e Santo Stefano 2005, valida per la 3° giornata della Prima Categoria, è terminata in parità. Un risultato che, per come è maturato, lascia grande amarezza in casa biancoceleste. I pietresi al 35° avevano la partita in tasca, avanti di tre reti. Non hanno però saputo mantenere il vantaggio e sono stati raggiunti dai biancorossi che hanno fissato il risultato su un insperato 3 – 3, ripetendo il risultato della sfida giocata al De Vincenzi tre anni or sono.

La squadra allenata da Luciano Dondo ha parecchio da recriminare per come sono giunte le reti ospiti, anche per un paio di decisioni arbitrali discusse, ma deve soprattutto recitare il mea culpa per l’incapacità di tenere alta la concentrazione una volta ottenuto il triplo vantaggio.

Fin dalle prime battute la partita promette di essere vivace. Dopo soli 20″ Fontana serve il pallone in mezzo per Infante che è anticipato in extremis da Semiglia; l’azione prosegue e Sole dalla sinistra crossa in mezzo, la palla sembra destinata fuori ma rimbalza sulla parte superiore della traversa e cade in area, la difesa allontana ma la sfera è preda di Fontana che va al tiro dalla distanza: la conclusione non impensierisce il portiere sanstevese. Sull’altro fronte va al tiro Romanelli, ma è debole.

E’ il Pietra a fare il gioco ma al 13° Luigi Di Clemente batte a sorpresa una punizione, la palla deviata perviene a Perilli che prova il tiro: smorzato da un difensore si spegne ad un soffio dal palo sinistro. Al 16° punizione dalla sinistra di Sole, la difesa ospite respinge, Sparzo rimette in mezzo ma il pallone è troppo lungo per i compagni e Semiglia se ne impossessa.

Il Santo Stefano 2005 ha una grossa occasione al 17° per merito di Lizza che entra in area sulla sinistra e fa partire un diagonale che incoccia sulla traversa. Scampato il pericolo il Pietra si ripropone in avanti: al 20° Fontana raccoglie una palla vagante e con grande prontezza, vedendo Semiglia leggermente avanzato, lo batte con un tiro che si infila sotto la traversa.

Ottenuto il vantaggio la squadra del presidente Giovanni Balestrino insiste. Al 23°, in rapida successione, ci provano Sparzo e Di Lorenzo, ma la retroguardia biancorossa respinge. Al 24° Sole va al tiro da fuori area: altro di poco. Al 29° Carrossimo sulla fascia sinistra riesce a tenere palla in campo e crossa in mezzo, la difesa del 2005 non riesce ad allontanare e Sparzo dal limite cerca la porta ma non ha buona mira.

La pressione dei locali viene premiata alla mezz’ora, quando Sansalone dà una palla filtrante al centro per Fontana che entra in area e fredda il portiere siglando il raddoppio. Gli ospiti accusano il colpo e 4 minuti dopo capitolano nuovamente. Su un cross dalla sinistra di Alestra, Panarello, indisturbato al centro dell’area, può appoggiare di testa il pallone in rete alla destra di Semiglia.

I biancocelesti danno le prime avvisaglie di cedimento mentale al 40°, permettendo a Lizza di entrare in area sulla sinistra palla al piede. Sansalone prova ad intervenire su di lui e il numero 4 biancorosso cade a terra. Per l’arbitro è calcio di rigore, tra le proteste dei locali secondo i quali l’entrata del difensore era sul pallone. Dal dischetto Di Clemente non sbaglia, spiazzando Rumbolo che si tuffa nella direzione opposta a quella del pallone.

Ad inizio ripresa è la squadra di mister Luciano Dondo a costruire le prime opportunità da rete. Al 4° Sparzo ruba palla a Lazzari, scambia con Infante e crossa pericolosamente, Costantini di testa mette in angolo. Poco dopo è Fontana ad andare al tiro dal limite dell’area, Sebastianelli si oppone e il pallone si alza, diventando preda di Semiglia. Al 9° corner dalla destra calciato da Sole, la difesa ribatte e da fuori area Sparzo prova la conclusione: palla alta sopra la traversa.

Ancora Pietra al 12°: cross dalla destra di Infante, Fontana di testa manda a lato di un soffio. Il Santo Stefano 2005 si rifa vivo al 13° con una punizione di Di Clemente che Rumbolo fa sua senza problemi di sorta. Al 17° Infante si muove bene tra le maglie ospiti e cerca l’assist in area, la retroguardia sanstevese allontana e il pallone perviene a Fornari che spara alto.

Al 23° i biancorossi danno vita ad una prolungata azione; la difesa pietrese sembra ben piazzata ma dalla sinistra Delfino, probabilmente nell’intento di crossare, calcia in mezzo un pallone che si infila beffardamente alle spalle di Rumbolo.

Il Pietra non ci sta e reagisce. Al 28° Fontana si destreggia bene sulla destra e cerca di servire il pallone in area dove ci sono due suoi compagni ben appostati ma Gaudiosi devia in angolo. Poi è Alestra, sulla fascia opposta, a dribblare i rivali e servire Di Lorenzo, ma questi, da solo e in ottima posizione, calcia malissimo.

Al 31° la rimonta degli ospiti si concretizza: un improvviso lancio lungo dalla metà campo imbecca Lizza, la difesa del Pietra sale male e il numero 4 biancorosso si trova indisturbato a tu per tu con Rumbolo. Ha tutto il tempo per prendere la mira e batterlo con un pallonetto, per poi correre a festeggiare verso la propria panchina. I locali chiedono il fuorigioco ma per il direttore di gara è tutto regolare.

Il Pietra pare stordito dalla rimonta subita, mentre il Santo Stefano 2005 risulta appagato. L’ultimo quarto d’ora offre solamente confuse schermaglie con i locali troppo poco lucidi per poter tornare a colpire. Nel primo minuto di recupero l’ultimo tentativo è di Fontana che dal limite dell’area va al tiro ma non trova lo specchio della porta. Al fischio finale sono gli ospiti ad esultare per il punto strappato al Pietra.

Il tabellino:
Pietra Ligure – Santo Stefano 2005 3 – 3 (p.t. 3 – 1)
Pietra Ligure: Rumbolo, Sansalone, Carrossino, Panarello, Sancinito, Alestra, Sparzo, Di Lorenzo (s.t. 10° Vassallo), Fontana, Sole (capitano) (s.t. 10° Fornari), Infante (s.t. 27° Usai). A disposizione: Sparzo, Pisano, Fraire, Vanzini. All. Dondo.
Santo Stefano 2005: Semiglia (capitano), Costantini, Lazzari (s.t. 1° Delfino), Lizza, Luigi Di Clemente (s.t. 19° Sammassimo), Sebastianelli, Gaudiosi, Pinasco, Perilli (p.t. 32° Cacozza), Romanelli, Miatto. A disposizione: Antolino, Zenzale, Galletti, Cavarero. All. Littardi.
Arbitro: Porzio (Genova).
Reti: p.t. 20° Fontana (P), 30° Fontana (P), 34° Panarello (P), 40° Gaudiosi (S), s.t. 23° Delfino (S), 31° Lizza (S).
Ammonizioni: p.t. 28° Semiglia (S), 36° Sancinito (P), s.t. 46° Lizza (S).
Calci d’angolo: Pietra Ligure 8, Santo Stefano 2005 2.
Fuorigioco: Pietra Ligure 4, Santo Stefano 2005 2.
Recupero: 40″, 3’30”.

Clicca qui per vedere alcune immagini della partita.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.