Appello del collegio docenti del liceo Bruno: “Il Polo formativo è una priorità per Albenga”

Aula liceo classico Albenga

Albenga. Il collegio dei docenti del liceo statale G. Bruno di Albenga ritiene doveroso esprimere ancora una volta pubblicamente i suoi timori e le sue preoccupazioni per il futuro prossimo del Liceo e del Polo formativo.

“La situazione in cui versa la scuola liceale ad Albenga continua ad essere insostenibile: gli oltre 900 alunni sono attualmente suddivisi in quattro diversi edifici della città. Mancano spazi per assolvere degnamente al diritto-dovere dell’insegnamento-apprendimento, le comunicazioni interne sono condizionate dalla separazione e distanza delle varie sedi tra loro e anche la qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento, strettamente legata alle condizioni strutturali, rischia un progressivo snaturamento a causa del graduale depauperamento delle condizioni logistiche, con evidente discriminazione tra le condizioni offerte ai nostri alunni e quelle degli altri distretti della provincia” scrive il collegio docenti.

“Tutto il personale scolastico patisce lo sconforto motivazionale di chi non vede assicurate le condizioni fondamentali per poter svolgere degnamente la propria azione sociale. Gli alunni e le famiglie rischiano una sfiducia progressiva nelle istituzioni pubbliche ingaune,  i docenti corrono da un capo all’altro della città e l’orario delle loro lezioni deve tenere presenti, più che le reali esigenze didattiche degli alunni, i tempi di spostamento da un edificio all’altro”.

“Per quanto concerne il personale ATA siamo costretti a disperdere sulle quattro sedi risorse umane preziose che potrebbero essere molto più funzionalmente utilizzate e valorizzate nella nostra scuola o nell’ambito delle scuole territoriali, se fossimo in un’unica sede scolastica”.

“Nell’apprezzare la volontà e l’impegno dell’attuale Amministrazione Comunale, ribadiamo la necessità e l’importanza di un polo scolastico ad Albenga, da sempre presidio strategico. Il Polo non è affare della scuola, è problema di tutti, della città e di tutto il territorio ingauno, perché al servizio della città e del comprensorio, quale struttura di fruizione e produzione culturale gestita dalla scuola ma a disposizione di tutti” conclude il collegio codenti del liceo G. Bruno.

Tra le richieste avanzate dal collegio docenti la proposta che ad Albenga sia riconosciuta e confermata l’urgenza del Polo formativo, tenendo presente il trasferimento di tutto il Liceo “G. Bruno” in un unico complesso edilizio, ad esempio in tutto il complesso “Paccini” di Via Dante, cedendo per altri usi S. Domenico e viale le Pontelungo e l’eventuale costruzione di una nuova scuola elementare.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.