Cronaca

Albissola sotto choc per il brutale delitto della 31enne polacca

PIC 0056

Albissola M. Una cittadina sconvolta quella di Albissola Marina dove si è consumato l’orrendo delitto di Kamila Lysadorska, la 31enne polacca ritrovata cadavere dai due figli nella sua abitazione di via Dell’Oratorio, uccisa a coltellate dall’ex convivente Nicolò Vivado. Fiori e messaggi di cordoglio davanti alla casa della donna, una amica che lascia un girasole con la scritta: “Ciao Kamila…”.

L’omicidio ha colpito tutta la comunità albissolese, che ha rivolto un pensiero soprattutto ai due figli della donna che si sono trovati davanti una scena che difficilmente potranno cancellare dalle loro menti: la madre riversa in un lago di sangue.

E’ stato parroco di Albissola Marina, don Adolfo Macchioli, a sintetizzare il pensiero di molti albissolesi: “Una vicenda terribile, molto spesso tra le mure domestiche maturano violenze di ogni genere che facciamo fatica a prevedere ed arginare…In un momento come questo credo che la priorità sia stare vicino a quei due bambini” ha detto il parroco.

Nicolò Vivado, che ha confessato il delitto descrivendo anche le ore successive all’omicidio, verrà interrogato domani mattina dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Savona. Sempre domani verrà conferito dal pm Alessandra Coccoli, che coordina l’inchiesta, l’incarico per l’autopsia sul corpo di Kamila Lysadorska.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.