Albenga, Guarnieri: “Rissa in piazza Nenni, il Comune si costituisce parte civile”

guarnieri

Albenga.In seguito all’arresto di cittadini extracomunitari con l’accusa di rissa aggravata, per quanto avvenuto nella giornata di Domenica in Piazza Nenni ad Albenga (un litigio familiare poi proseguito in piazza), interviene l’Amministrazione Comunale.

“I fatti incresciosi avvenuti ieri fanno emergere in maniera lampante, ancora una volta, un mancato rispetto delle regole sociali e una ancora non raggiunta integrazione” ha detto il sindaco Rosy Guarnieri.

“Non è ammissibile che un conflitto familiare, che prende vita tra le mura domestiche, sfoci in una mega rissa con feriti”, prosegue il sindaco, “ed è altrettanto inaccettabile che la piazza pubblica diventi teatro di atti violenti. La nostra Amministrazione Comunale, che fin dagli inizi ha fatto della sicurezza una priorità dell’agenda amministrativa, che da tempo porta avanti un rapporto di stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine che ha garantito un’intera stagione estiva senza il verificarsi di crimini, non ha mai tollerato e non tollererà ulteriormente episodi poco edificanti sul territorio cittadino”.

“Per questo motivo, anche per il danno di immagine che potrebbe derivare alla Città da eventi di questo genere, l’Amministrazione, che coglie l’occasione per ringraziare le Forze dell’Ordine per l’intervento immediato, ha deciso di costituirsi parte civile nel processo per rissa aggravata”, conclude il Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.