Scuola, l’assessore Sorgini: “280 precari, un taglio alla qualità”

Berruti - Sorgini

Savona. Lunedì primo giorno di scuola in Liguria e provincia di Savona. Un inizio dell’anno scolastico pieno di interrogativi e che paga un gap di 280 precari sparsi sul territorio provinciale. “Più che una riforma è stato un taglio alla qualità della scuola – ha detto l’assessore comunale Isabella Sorgini -. Mi auguro che con il patto siglato dal Comune si possa affrontare con più serenità questo nuovo anno, anche se le incognite restano. L’orario corto crea un forte problema per le famiglie ed è necessario sviluppare percorsi formativi anche per le ore pomeridiane”.

Quanto al progetto varato dalla Regione Liguria sul reinserimento dei precari liguri, con 3 mln di euro messi a disposizione delle varie realtà provinciali: “Il Comune di Savona ha già dato mandato per sviluppare i progetti che dovranno concorrere per ottenere i finanziamenti regionali. Si è creata una rete territoriale sulla base delle esigenze dei singoli istituti, con la speranza che il personale rimasto fuori dalle graduatorie possa trovare occupazione e dare sostegno alla nostra scuola” ha concluso la Sorgini.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.