Sanità, Vaccarezza: “Stop agli sprechi e alle promesse non mantenute dalla Regione” - IVG.it

Sanità, Vaccarezza: “Stop agli sprechi e alle promesse non mantenute dalla Regione”

vaccarezza guarnieri

Loano. “Siamo compatti e abbiamo le idee chiare”: così il sindaco loanese, Angelo Vaccarezza, che ieri ha ospitato l’incontro sul tema sanità tra i rappresentati territoriali del centrodestra, ha esordito nel commentare i risultati della discussione. Discussione che, in realtà, sarebbe durata pochi minuti: “Sappiamo bene ciò che vogliamo per il nostro Ponente”, chiarisce Vaccarezza.

“E’ semplice – continua il sindaco loanese -. Chiediamo alla Regione di smetterla di fare parole inutili e di rispettare le promesse fatte in campagna elettorale. In primis, hanno fatto credere ai cittadini che avrebbero dotato il Pronto Soccorso di Albenga della Rianimazione sette giorni su sette. La realtà è invece che oggi un malato deve trasferirsi nel weekend in un altro ospedale perchè al Santa Maria di Misericordia, il sabato e la domenica, non è in funzione. In secondo luogo chiediamo il ritorno ad un’autonomia amministrativa del Ponente, con un’azienda sanitaria che comprenda l’ospedale di Albenga e il Santa Corona. Questo è l’unico modo per porre fine al continuo depauperamento delle risorse dei nostri ospedali”.

“Poi – continua Vaccarezza – vorremmo che la Regione spiegasse perchè, in campagna elettorale, ha promesso un punto nascite ad Albenga e, soprattutto, perchè sono stati spesi dei soldi per realizzarlo se ora dice esattamente il contrario. Noi, ovviamente lo sappiamo: semplicemente perchè nei progetti dell’attuale amministrazione regionale c’era quello di chiudere il punto nascite a Santa Corona per poi aprirlo ad Albenga nel caso di una vittoria del centrosinistra alle elezioni ingaune. Siamo seri dunque: la Regione governa oggi la sanità con gli stessi uomini con cui la governava ieri, i quali non si possono sottrarre dalle responsabilità dell’ultimo quinquennio. Noi vogliamo che qualcuno paghi per i soldi buttati via ad Albenga. Fino ad allora il territorio non sarà disponibile ad approvare nulla di ciò che prevede il Piano Sanitario. Hanno buttato via soldi senza motivo, inoltre continuano a farlo tutti i giorni con quella carovana presieduta dal dottor Bonanni che è la Agenzia per la Sanità e la Salute della Regione Liguria. Che mettano piuttosto questi soldi a disposizione della gente. In Liguria, purtroppo, c’è una sanità di pessimo livello sulla pelle dei malati”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.