Ultimo appuntamento della “Danza alla Fortezza del Priamar” con il tango

Tango - Danza al Priamar

Savona. Si chiude la quinta edizione del festival “Danza alla fortezza del Priamàr”, organizzato dall’Associazione Grecale di Savona grazie ai contributi della Fondazione De Mari, del Comune di Savona e di Polti-promotore Azimut.

L’ultimo appuntamento, di una manifestazione all’insegna della varietà delle proposte, tutte di altissimo profilo, sarà sabato 7, alle 21,30 con protagonista Roberto Herrera, uno dei massimi artisti del tango argentino, sia “”Nuevo” che tradizionale. Herrera, con la sua compagnia argentina, sarà accompagnato dal vivo dal “Decarisimo Quinteto”, formazione osannata in Argentina e formata da Ariel Rodriguez (pianoforte e direzione), Santiago Secret (bandoneon), Emiliano Bellitto (contrabbasso), Christine Brebes e Paula Garcia Presas (violini). Tra le coppie di ballerini, 12, è stato inviato anche Estanislao Herrera.

Roberto Herrera è divenuto oggi il punto di riferimento più importante ed influente sia per il tango tradizionale che per le forme più recenti di questa espressione artistica. Lo spettacolo si preannuncia all’insegna dell’eleganza, sensualità e seduzione, tipiche del tango, le quali si fonderanno armonicamente con la forza del folclore argentino. I ballerini della “Compañía” sono ciò che Buenos Aires e l’Argentina tutta hanno di meglio da offrire tra i giovani talenti della danza. Selezionati da Herrera, hanno tutti solide formazioni nelle danze popolari argentine così come in danza classica e jazz. Il tango è una passione che hanno vissuto e perfezionato fino a farne una professione, calcando i principali teatri di tutto il mondo.

La prima parte dello spettacolo ci trasporta attraverso coreografie e musiche tradizionali alla Buenos Aires dell’epoca d’oro, dove il tango si respirava nella vita quotidiana. La storia della città è raccontata attraverso le milonghe e i numerosi personaggi che, nel tempo, le hanno frequentate e rese un’anima pulsante della città. La vita che si svolge dentro di esse testimonia, al di là di ogni cambiamento, come il tango rimanga l’essenza dell’anima del popolo argentino. Nella seconda parte dello spettacolo fa la sua apparizione il folclore argentino, realtà di una cultura antica e sempre presente nella musica e nella danza popolare contemporanea. L’orchestra Decarisìmo Quinteto impreziosisce il quadro coreografico con proprie composizioni originali, musicisti e ballerini di questa straordinaria compagnia trasmetteranno il “Nuevo Tango argentino”, una nuova generazione “tanguera”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.