Sport

Tennis Club Vado, Enrico Costa e Stefania De Valle si aggiudicano il torneo 4.3

Greta Venturino

Vado Ligure. La stagione estiva del Tennis Club Vado è entrata nel vivo con il torneo limitato alla categoria 4.3, tradizionale preludio al torneo limitato 4.1 di agosto ed al nuovo torneo di Terza Categoria femminile in programma a metà settembre.

Quest’anno a recitare un ruolo di primissimo piano sono stati i giocatori provenienti dai circoli piemontesi. In campo maschile, in un torneo ricco di sorprese, Enrico Costa del T.C. Carassone ha sbaragliato la concorrenza grazie ad un gioco brillante e votato all’attacco, sconfiggendo uno dopo l’altro Sandro Amone nei quarti di finale, Luca Buffa (T.C. Nancar) in semifinale ed il veterano Walter Turezini, anch’esso d Albisola, in finale, al termine di un incontro molto combattuto e conclusosi con il punteggio di 6/2 0/6 6/4.

E’ approdato in semifinale anche Claudio Carta (TC Finale), autore di alcuni incontri molto divertenti contro il sempre ostico Carlo Fiorentino (TC Alba Docilia) ed il giovane Yuri Pulese (TC Finale), prima di cedere 6/4 al terzo set al finalista Turezini.

Nel tabellone femminile, invece, ennesima affermazione di Stefania De Valle, portacolori dello Sporting Club Mondovì, al quarto torneo limitato 4.3 vinto in stagione: sopravvissuta ad un primo turno molto duro contro Livia Del Piano (T.C. Biancorosso
Carcare) in cui ha dovuto annullare ben due match points, l’atleta piemontese ha lasciato le briciole alle sue avversarie negli incontri successivi, in cui ha superato la milanese Roberta Ludovico nei quarti, Sara Tessitore (TC Finale e prima testa di serie) in semifinale e la “promessa” Greta Venturino (nella foto), in finale, per 6/1 6/4.

Venturino, giovane atleta di Savona, tornata da quest’anno ad allenarsi con lo staff dei maestri Luca Andreotti e Dionisio Poggi, ha tuttavia disputato un torneo di ottimo livello, coronato con la vittoria in semifinale sulla quotata atleta del tennis di Albenga Erika Manfredi per 4/6 6/4 7/6 nel match più bello del torneo, ma nulla ha potuto contro il gioco solido della giocatrice piemontese, che ha dimostrato di poter competere a livelli ben più alti a dispetto della sua attuale classifica.

Va sottolineato come proprio in campo femminile si sia registrato un numero record di iscritte, ben 32, a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto da tutto il circolo negli ultimi anni.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.