"Spirito Allegro" a Borgio con Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio - IVG.it

“Spirito Allegro” a Borgio con Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio

teatro - corrado tedeschi, debora caprioglio

Borgio Verezzi. Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio, due tra i più amati interpreti del panorama teatrale nazionale, ritornano sul palcoscenico di piazza Sant’Agostino a Verezzi domenica 8 agosto alle 21.30 nella divertente commedia di Noel Coward, “Spirito allegro”, affiancati dalle altrettanto apprezzate e brave Marioletta Bideri e Antonella Piccolo.

Completano il cast Mario Patanè, Alessandra Toniutti e Marina Marchione per la regia di Patrick Rossi Gastaldi, (ventimigliese “doc”, già insegnante di recitazione nello show di Maria De Filippi “Amici”).

La commedia, messa in scena per la prima volta nel 1941 in piena Seconda Guerra Mondiale, fu duramente criticata per come rappresentava con poco rispetto un argomento serio come quello della morte. Il pubblico si curò poco di queste critiche e ne decretò il successo: la commedia rimase in scena per ben 1997 repliche.

Questa versione, nella traduzione e l’adattamento di Nino Marino, è stata rapportata in Italia ai giorni nostri, pur mantenendo uno stile umoristico molto vicino a Coward. Il linguaggio è diverso: le provenienze dei personaggi sono italiane, spesso regionali, dando così al testo un carattere mediterraneo con una comicità  riconoscibile. Ma la scansione delle battute, delle pause, dei ritmi, aiuta a ricordare il ben noto distacco dell’umorismo inglese.

Corrado Tedeschi è lo scrittore e sceneggiatore cinematografico importante ma pieno di dubbi nascosti; Debora Caprioglio è il fantasma della prima moglie frivola e petulante;  Antonella Piccolo è la seconda moglie poco convinta dell’amore di suo marito mentre la parte della medium cialtrona è affidata a Marioletta Bideri che la impersona con grande carattere partenopeo.

In questa serata sarà presente anche Paolo Pietrantonio, l’apprezzato interprete di Erricuccio in “La fortuna con la effe maiuscola” di Edoardo De Filippo e Armando Curcio, in scena in piazza Sant’Agostino il 29, 30 e 31 luglio 2009. Presentato dallo speaker di Radio Onda Ligure 101, Luca Valentini, l’attore riceverà dalle mani del presidente della provincia di Savona, Angelo Vaccarezza, l’ambito premio omonimo istituito nel 1991 e giunto alla sua XX edizione, destinato annualmente all’attore o all’attrice non protagonista, presente al Festival nella stagione in corso e attribuito da una giuria popolare composta dagli spettatori abbonati al Festival Teatrale.

Tale giuria ha indicato la propria preferenza per Paolo Pietrantonio con la seguente motivazione; “Eccezionale interprete del personaggio di Erricuccio, al punto da far completamente dimenticare allo spettatore la finzione teatrale, Paolo Pietrantonio si è distinto sin dal primo istante per la notevole presenza scenica e per l’innata carica umoristica. La spontaneità, l’uso magnifico della gestualità e della mimica, la credibilità del personaggio, insieme alla bravura dell’interprete e al ruolo di continuo controcanto (elemento tipico della commedia) del protagonista Luigi De Filippo, lo hanno reso, di fatto, un co-protagonista di grandissimo livello e spessore”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.