Ostetricia ad Albenga? Per i lettori di IVG.it l’importante è evitare “sprechi” - IVG.it

Ostetricia ad Albenga? Per i lettori di IVG.it l’importante è evitare “sprechi”

Ostetricia Albenga

Non è importante “dove” si nasce, ma piuttosto evitare sprechi e doppioni: la pensano così i lettori di IVG.it chiamati a dire la loro sul sondaggio dedicato alla mancata apertura del reparto di Ostetricia ad Albenga in nome di una razionalizzazione di tutti i punti nascita della Liguria voluta dalla Regione.

Un sondaggio che non ha certo la pretesa di rappresentare il punto di vista dell’intero Ponente ligure, ma che sonda gli umori dei cittadini su un tema caldo come quello della sanità in generale, e della querelle relativa ad Ostetricia in particolare, sulla quale politici di centrodestra e centrosinistra hanno speso fiumi di parole, anche per attaccarsi a vicenda.

La domanda posta ai nostri lettori è stata: “Un solo reparto di Ostetricia nel Ponente savonese, giusta la scelta del Santa Corona?”. A prevalere sono i “sì”: per il 57% degli interpellati si tratterebbe di un’ipotesi valida. L’importante, dicono i cittadini, è evitare sprechi e doppioni. Al secondo posto si attesta un 29% di coloro che pensano che un reparto simile dovrebbe essere istituito anche al Santa Maria di Misericordia di Albenga, mentre un più contenuto 14% boccia del tutto la scelta del Santa Corona e “spinge” per il trasferimento di Ostetricia nel comprensorio ingauno.

Dati non certo assoluti ma che, dopo le parole, a volte anche “gridate”, di politici e addetti ai lavori, indicano il pensiero, non certo secondario, dei cittadini.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.