Laigueglia, genovesi rubano alcoolici alla Suerte: processati per direttissima - IVG.it
Cronaca

Laigueglia, genovesi rubano alcoolici alla Suerte: processati per direttissima

Polizia

Laigueglia. La scorsa notte due ragazzi genovesi hanno rubato all’interno del locale “La Suerte” di Laigueglia ma sono stati fermati dagli agenti del Commissariato di Polizia di Alassio.

Per mascherare le loro malefatte, hanno architettato un piano tortuoso che però alla fine è stato scoperto. La vicenda è iniziata la scorsa notte quando i due ragazzi hanno subito il furto di un telefono cellulare alla discoteca La Suerte di Laigueglia. Il fatto però non si è chiuso solo con una semplice denuncia. I due giovani hanno voluto a modo loro, rivendicarsi del danno subito. Alle 5.30 di ieri notte hanno avvisato il 113 del furto del telefonino. Intorno alle 7,30 i due giovani hanno poi richiamato la Polizia dicendo che il ladro del loro cellulare si trovava ancora nel locale. Immediati sono scattati i controlli da parte del Commissariato di Polizia di Alassio. Gli agenti si sono recati nella discoteca di Laigueglia, ormai deserta, dove hanno trovato il custode che è stato interrogato e ha chiarito la vicenda fornendo una versione ben diversa da quella raccontata dai genovesi.

Il custode, infatti, ha informato gli agenti, che il gruppetto aveva danneggiato nella notte alcune fioriere della discoteca e aveva prelevato dal bar alcune bottiglie di whisky e di birra. Una sorta di risarcimento personale per il danno subito. La Polizia ha immediatamente effettuato una perquisizione dell’auto dei due giovani e nel bagagliaio dell’auto sono stati trovati i superalcolici rubati.

Per loro (P.S., classe 1967 nato a Palermo, e P.M, del ’74 nata a Genova) l’accusa è di furto, danneggiamento e porto di coltelli. Questa mattina i due sono stati così processati per direttissima: i loro fermi sono stati convalidati ma il giudice li ha rimessi in libertà. Il processo è stato rinviato al prossimo 22 settembre.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.