Incendi in calo nel Savonese: sistema di Protezione Civile in caso di emergenze - IVG.it

Incendi in calo nel Savonese: sistema di Protezione Civile in caso di emergenze

Prefettura Savona

Savona. In calo gli incendi nel Savonese (28 in tutto dall’inizio dell’anno), così come la complessiva superficie boschiva percorsa dal fuoco. Diminuiscono sia i roghi di origine dolosa che quelli di responsabilità colposa. E’ quanto emerso nel vertice che si è svolto questa mattina presso la Prefettura di Savona, al quale hanno preso parte vigili del fuoco, corpo Forestale dello Stato e gli enti preposti alla realizzazione del sistema di Protezione Civile previsto in caso di emergenze.

Il sistema di sicurezza messo a punto sul fronte dell’antincendio boschivo vede impegnate direttamente le stesse amministrazioni comunali e le rispettive polizie municipali, in ausilio al meccanismo di coordinamento predisposto per le forze impegnate nelle operazioni di spegnimento, attivando anche tutti i mezzi aerei necessari per far fronte a possibili incendi di vaste dimensioni.

Tra i dispositivi organizzati l’approvvigionamento di acqua, la logistica per l’impiego di risorse e la disponibilità di spazi e aree per le operazioni di intervento. Vigili urbani e forze dell’ordine hanno compiti specifici sul fronte dell’eventuale chiusura di strade, di sgombero delle case e nell’apparato delle comunicazioni per affrontare possibili emergenze.

Nel corso del vertice si è sottolineata l’importanza dell’infrastruttura aeroportuale di Villanova d’Albenga e della limitrofa sede regionale di Protezione Civile che rappresenta un punto essenziale nelle logiche di prevenzione per il Ponente savonese e non solo.

“La riunione di questa mattina – ha spiegato il dirigente provinciale del Corpo Forestale dello Stato Pieredoardo Mulattiero – è servita soprattutto per fare un bilancio dell’emergenza roghi e quindi affinare eventuali interventi per il futuro. Per fortuna quest’anno gli incendi sono stati pochi e il dispositivo per affrontarli è stato molto efficace, grazie anche alla presenza di vigili del fuoco e di squadre di volontari da noi coordinate. Bisognerà lavorare comunque molto sulla prevenzione e tenere gli occhi sempre bene aperti e alta la guardia”.

L’ultimo incendio di maggiori dimensioni è stato quello di Magliolo. Gli uomini del Nipaf della Forestale ne stanno ancora cercando i responsabili. “Indispensabile per le indagini – dicono gli inquirenti – la collaborazione della gente che abita nei luoghi dove scoppiano gli incendi per assicurare alla giustizia i piromani”. In totale, da inizio 2010, gli incendi nel Savonese sono stati 28.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.