Cronaca

Disagi a Legino durante le gare casalinghe del Savona: via a raccolta firme

20100306savonaVsentella-3

Savona. Il comitato spontaneo “Alluvionati Mai Più” guida la rivolta dei residenti di via Cadorna e via Costacavalli, nel quartiere di Legino, a Savona, che non hanno gradito le misure che sono state prese per consentire lo svolgimento delle partite casalinghe del Savona.

Il comitato, che si era costituito nel 2008 per coordinare le azioni dei cittadini che avevano subito 3 allagamenti dal 95 al 2006 per l’esondazione dei rii Molinero e San Cristoforo in via Nizza causando gravi danni non risarciti, ha proposto di portare avanti un “class action” per protestare.

Secondo il comitato infatti i cancelli costruiti intorno allo stadio Bacigalupo e gli impedimenti alla mobilità in occasione delle partite di calcio potrebbero portare ad un notevole danno, oltre che per i disagi, per il possibile deprezzamento degli immobili. “Per queste ragioni abbiamo predisposto un modello che verrà consegnato porta a porta con l’invito di aderire alla petizione preventiva per un azione collettiva risarcitoria. Se questa proposta avrà un seguito e sarà sottoscritta provvederemo a far perfezionare dal Codacons il testo dell’eventuale azione legale” spiegano dal Comitato.

Adesso quindi non resta che aspettare di vedere quanti dei residenti di Legino decideranno di firmare la petizione per far partire la “class action”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.