Politica

Albisola, park via Turati: la minoranza abbandona il Consiglio comunale

Parcheggio albisola superiore

Albisola S. Una pratica “spinosa”, la cui discussione viene da tempo rimandata, perchè – dicono alcuni – “vede implicati interessi diretti di alcuni assessori in una faccenda poco trasparente”. Si tratta della pratica relativa al Piano regolatore del centro storico di Albisola Superiore, che comprende anche il “famoso” pacheggio di via Turati posto sotto sequestro a gennaio da parte della Procura della Repubblica savonese.

Una delibera della precedente amministrazione comunale indicava quella come area non edificabile, ma nel luglio scorso, una nuova delibera dell’attuale giunta, non sottoposta al parere dell’intero Consiglio comunale, ha permesso di riaprire osservazioni su quella zona. Nel consiglio comunale di ieri sera, la maggioranza avrebbe dovuto rispondere alle critiche dell’opposizione che ritiene quest’ultimo atto della giunta illegittimo.

“Chiediamo da tempo se questo atto sia lecito – dicono dai banchi dell’opposizione Luigi Cameirano e Marco Vigo – dal momento che, secondo il Testo Unico degli Enti Locali, per modificare una delibera di giunta è necessario il pronunciamento dell’intero Consiglio comunale, e così non è stato. Quello che ci chiediamo è: si tratta di una riapertura legittima? Non ci pare proprio. Anche considerando il fatto che, guardacaso, a voler mettere in discussione la delibera voluta dall’ex giunta Parodi è stato proprio chi, come l’attuale vicesindaco, ha interessi diretti in quella zona. Nemmeno ieri sera si è voluto discutere di questo e non abbiamo potuto fare altro che abbandonare il Consiglio comunale. Anche l’assenza del sindaco ha pesato molto. Siamo stufi di questa continua presa in giro da parte di una maggioranza che si dimostra ogni volta impreparata e incapace di prendere decisioni senza il suo sindaco”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.