Noli, la Procura mette i sigilli al cantiere dei box interrati di via IV Novembre - IVG.it
Cronaca

Noli, la Procura mette i sigilli al cantiere dei box interrati di via IV Novembre

Noli. Nel primo pomeriggio di oggi gli ufficiali di Polizia Giudiziaria della Procura di Savona, su mandato del sostituto procuratore Danilo Ceccarelli, hanno posto sotto sequestro preventivo il cantiere del parcheggio interrato di via IV Novembre a Noli. Precisamente i sigilli sono stati posti alla “tombinatura” eseguita sul “Rio Stradella”, adiacente all’area dove sono si stanno costruendo i box, che passa sotto la via Aurelia.

Secondo l’ipotesi accusatoria la tombinatura sarebbe stata eseguita con dei materiali prefabbricati certificati la cui messa in opera però non sarebbe conforme a quanto stabilito. Insomma se i lavori fossero stati eseguiti secondo il progetto che era stato approvato non ci sarebbero stati problemi ma, secondo quanto verificato, questi prefabbricati sarebbero stati modificati e quindi ora non sarebbero più a norma.

Per questa ragione la Procura, dopo che i consulenti tecnici hanno verificato che il rio non è stato tombinato in sicurezza, ha deciso di sequestrare la parte di cantiere non conforme alla progettazione iniziale e alle autorizzazioni che erano state concesse da Comune di Noli. L’area interessata dai lavori è anche posta sotto il vincolo paesistico ambientale oltre che essere a rischio idrogeologico.

Dalla Procura, dove si limitano a confermare solo l’avvenuto sequestro, viene però mantenuto il massimo riserbo sull’indagine in corso. Da quanto trapelato ci sarebbero delle persone iscritte sul registro degli indagati (si parla di tre) ma tra queste, al momento, non ci sarebbe nessun amministratore locale. E’ probabile che nel mirino del pm siano finiti quindi i responsabili dei lavori e del cantiere. Il reato che viene contestato dalla Procura savonese sarebbe violazione edilizia.

Questa indagine, anche se le due storie sembrano avere molti elementi in comune, non avrebbe comunque nessun collegamento con l’inchiesta sul cantiere di via Belvedere, sempre a Noli, dove, a causa di un dissesto statico, sono state sgomberate due palazzine.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.