Loano, danza nel Giardino del Principe: “Non solo Carmina Burana”

Loano. Domani, domenica 1 agosto, a Loano, alle ore 21,30, nell’arena estiva Giardino del Principe andrà in scena “Non solo Carmina Burana (Carmen, Carmina Burana, Amores)” con Kledi Kadiu, Emanula Bianchini e la Compagnia Crdl Mvula Sungani.

Lo spettacolo, inserito nella rassegna “La Danza nel Giardino del Principe”, promossa dall’assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, è firmato da Mvula Sungani importante e famoso coreografo italo-africano, molto noto per la raffinatezza e l’innovazione dei suoi lavori, realizzati per stelle del calibro di Raffaele Paganini e Giuseppe Picone. Per questa nuova coreografia Sungani ha voluto coinvolgere un altro grande artista, Kledi Kadiu, interprete forte, intenso, mediterraneo e dal grande carisma, che affiancherà Emanuela Bianchini, nota stella dalla tecnica elegante ed intensa e i bravi solisti della Compagnia Mvula Sungani.

Lo spettacolo è un intreccio di storie, ispirate a grandi opere, come la Carmen di Prosper Mérimée , i Carmina Burana di Carl Orff, Amores di Ovidio ed il Bolero di Ravel, dal forte sapore etnico che vengono caratterizzate da una scansione ritmica costante e crescente e unite da un fil rouge di rarefatta intensità.

L’idea è quella di raccontare in modo cinematografico, la vita e le storie di persone comuni mediante grandi opere musicali e letterarie reinterpretate e trasfigurate da Sungani con la sua visione contemporanea della vita. Il racconto prosegue senza soluzione di continuità entrando ed uscendo dalle melodie con rispettosa disinvoltura. La trama coreografica, è un caleidoscopio di colori ed emozioni creato dal movimento che naviga tra le più disparate varianti di forme e di ritmi. Durante la serata si alterneranno nuove creazioni coreografiche ad alcune delle coreografie più suggestive e di successo del repertorio di Sungani. La ricerca dell’autore italo-africano passa dalle dinamiche di origine popolare, a quelle di origine più nobile e moderne, e si sublima in un vortice di fisicità e dinamica. Un modo interessante per riscoprire il mondo, l’uomo e le emozioni che lo compongono mediante la danza, la musica, ed i grandi effetti spettacolari che hanno l’obbiettivo di emozionare lo spettatore con un vero e proprio susseguirsi di momenti molto raffinati e speciali. Le splendide melodie di Maurice Ravel, Carl Orff vengono intervallate da musiche originali e canzoni popolari che compongono la suggestiva colonna sonora. I costumi sono ideati e realizzati da Giuseppe Tramontano noto stilista e costume-designer di moltissimi, fictions e spettacoli teatrali. Le scena essenziale e stilizzata, e le luci d’avanguardia, conferiscono allo spettacolo una visione complessiva cinematografica e moderna.

La “Danza nel Giardino del Principe” si chiuderà il 10 agosto con “Don Quijote El Sonador” un viaggio nella fantasia e nella conquista di un sogno, nel quale la passione e la forza del flamenco sono espressi nella loro forma più alta dalla Compagnia Flamenca Josè Moro.

Il costo di un biglietto intero è 18 euro, ridotto 16 euro. Il botteghino apre alle ore 20,00.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.