Secondo “scoglio” per i maturandi: greco al classico e matematica per lo scientifico

esame, scuola, maturità

Dopo il tema d’italiano di ieri (pare che il più gettonato sia stato quello sulla ricerca della felicità), i 500.694 maturandi alle prese con l’Esame di Stato che chiude il ciclo delle superiori affrontano oggi la seconda prova scritta che varia da indirizzo a indirizzo.

Quest’anno gli studenti si dovranno cimentare con greco al liceo classico, matematica allo scientifico, lingua straniera al linguistico, figura disegnata per l’artistico. Impegnative anche le prove prescelte per gli altri indirizzi scolastici, ad iniziare dagli istituti tecnici dove gli studenti approdati alla maturità saranno chiamati a risolvere quesiti di estimo ed elettrotecnica. Naturalmente ci saranno tutte le materie scelte dal ministero dell’Istruzione per gli oltre 700 indirizzi (tra ordinamentali e sperimentali) in cui ancora si articolano le scuole superiori (la riforma Gelmini, che sfoltisce i corsi, partirà dal prossimo anno scolastico).

Restano ovviamente validi i divieti all’uso di telefonini, palmari pc e affini. In classe saranno ammessi soltanto, come da tradizione, dizionari di lingua e calcolatrici non programmabili.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.