Protesta scuola, la Cisl: "A rischio 200 posti di lavoro nel Savonese" - IVG.it

Protesta scuola, la Cisl: “A rischio 200 posti di lavoro nel Savonese”

Savona - protesta scuola

Savona. “Savona ha pagato per l’anno in corso un taglio di 110 docenti e 65 unità per il personale ATA e pagherà 92 docenti in meno e verosimilmente 60 lavoratori ATA per il prossimo anno scolastico. Il taglio alle superiori si aggira sulle 47 unità”. Con questi numeri il segretario provinciale della Cisl Scuola Gianni Garino spiega le motivazioni dell’assemblea sindacale unitaria indetta per questa mattina con la protesta di insegnanti e personale del settore scolastico che hanno manifestato in corteo a Savona.

“Sulla scuola superiore denunciamo come i tagli stiano inquinando pesantemente e trasformando gli attesi interventi di rinnovamento in un sommario rastrellamento di risorse – aggiunge Garino -. Per raggiungere lo scopo, il Ministro dell’economia impone di mettere mano senza alcun ritegno anche ai “piani-orario” delle classi non interessate alla riforma, con buona pace della gradualità e della congruenza dei percorsi rispetto ai profili di uscita. Si chiede di raggiungere gli stessi risultati riducendo i tempi di studio delle diverse discipline”.

“Si conferma la scelta di rendere le ragioni della scuola e della formazione totalmente subalterne alle esigenze di contenimento della spesa. La scuola non regge questi tagli, che per questo vanno rivisti nella loro entità e nella loro scansione nel tempo” conclude la nota.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.