Enpa: 240 richieste di soccorso per selvatici in difficoltà

Enpa - beccaccia

Savona. In una nota stampa la Protezione animali savonese, ha duramente criticato l’operato del Comune di Savona contestandogli la sbagliata programmazione della pulizia dei torrenti. Punti dolenti i tempi scelti dall’amministrazione, primavera ed estate che, in base a ciò che sostiene l’Enpa, sarebbero i mesi in cui le ripe e la vegetazione sono occupati dai nidi e l’inizio dei lavori, il tratto in prossimità della foce, dove vi sono più animali e dove il Comune sta costituendo un’oasi di protezione della fauna.

“Con sorprendente tempismo e precisione sono cominciati ieri i lavori di taglio della vegetazione e disboscamento a valle del ponte di via Luigi Corsi, a cura non del solito privato disinformato ed insensibile ma del  Comune stesso. Proprio in questi giorni la Protezione Animali savonese è alle prese con decine di richieste di soccorso di selvatici in difficoltà provenienti da tutta la provincia: 240 nel solo mese i giugno, tra cui 120 gabbiani, 15 caprioli, 20 merli, 30 passeri, etc.) e che non merita proprio di sobbarcarsi anche i pasticci comunali”.

L’Enpa ha chiesto al Comune di sospendere i lavori e riprenderli a settembre, programmando meglio gli interventi di manutenzione nei mesi autunnali ed invernali. Perché l’associazione non si oppone affatto alla pulizia degli alvei ma vorrebbe fosse fatta nei tempi giusti.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.