Ceriale, architettura: 40 studenti per gli esami a Peagna, interventi per “Casa Girardenghi” (foto)

Ceriale. 40 studenti si sono ritrovati a “Casa Girardenghi” a Ceriale per il primo appello di esami della Facoltà di Architettura di Genova nell’ambito delle attività del Laboratorio per Pianificazione Territoriale e Paesaggistica, iniziato alla fine del marzo scorso e che oggi approda alle sue battute finali con la presentazione dei progetti dei ragazzi sulla riqualificazione urbana e paesaggistica del borgo di Peagna. Molti anche gli studenti stranieri del corso che hanno così potuto conoscere e ammirare in prima persona le bellezze dell’entroterra cerialese e lavorare ad un suo rilancio in chiave turistica e culturale.

“E’ stata una esperienza molto positiva per i ragazzi, da consolidare e rafforzare nei prossimi anni – ha affermato il Prof. Paolo Stringa -. Con questa didattica gli studenti hanno avuto modo di avere un contatto diretto con la realtà territoriale su cui progettare ed elaborare i lavori di ricerca”.

“C’è grande vitalità in questo complesso, mi auguro che possa a breve arrivare la foresteria, affinchè Casa Girardenghi possa diventare a tutti gli effetti una sede distaccata a agevolare la presenza degli studenti. Bisogna attrezzare l’edificio, con una destinazione d’uso universitaria, sviluppando i collegamenti con il Museo Paleontologico e la Riserva del Rio Torsero, esiste insomma un complesso di potenzialità nel borgo di Peagna che vanno ancora consolidate” ha aggiunto il professsore.

Alle richieste del Prof. Paolo Stringa ha prontamente risposto il sindaco di Ceriale Ennio Fazio: “E’ stata una iniziativa straordinaria, di fatto sta prendendo forma una sede distaccata della Facoltà, premiando l’investimento del Comune nell’acquistare questa sede: “Casa Girardenghi” avrà un utilizzoa tempo pieno grazie all’attività didattica del Laboratorio”.

Il primo cittadino cerialese ha annunciato che nel prossimo Consiglio comunale ci sarà il via libera al pacchetto di interventi previsto proprio per “Casa Girardenghi”: 120 mila euro. Non solo, oltre alle foresterie per il laboratorio di Peagna, il Comune ha chiesto risorse pari a 180 mila euro per il recupero di Fonte Antia, oltre a mettere mano ad un percorso di collegamento tra il museo dei fossili ed il parco del Torsero.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.