Spotorno: appello per salvare l'oratorio di Santa Caterina - IVG.it

Spotorno: appello per salvare l’oratorio di Santa Caterina

Spotorno. L’Oratorio di Santa Caterina, la cui esistenza è segnalata nella relazione del Vescovo Monsignor Nicolò Mascardi già nel 1585 e che costituisce un patrimonio artistico, culturale, religioso e affettivo per la comunità spotornese, è in avanzato stato di degrado.

Il pessimo stato di conservazione della copertura a falde in tegole ed abbadini di ardesia dell’Oratorio di S. Caterina, causa copiose infiltrazione di acque meteoriche all’interno della volta dell’edificio religioso, arrecando danni alle strutture, agli arredi lignei ed a beni immobili di notevole valore artistico. L’edificio infatti, ornato internamente da lesene, capitelli riccamente ornati di stucchi e cornici, conserva pregevoli opere di pittura seicentesca genovese, arredi lignei d’epoca ed un gruppo ligneo di Antonio Brilla (secolo XIX) raffigurante lo sposalizio mistico di Santa Caterina. Sono quindi necessari urgenti ed improrogabili lavori di rifacimento del tetto.

La Confraternita si è mobilitata prontamente per ottenere i permessi necessari al restauro presso la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria ma purtroppo non dispone della ingente somma (circa 237.000 €) necessaria per la realizzazione dei suddetti lavori, e si appella al buon cuore degli spotornesi, affinché non vada persa quella che per secoli è stata una pietra miliare nella storia religiosa della cittadina rivierasca. “Ricordiamo che a fine Ottocento anche i nostri emigranti dall’America contribuirono all’esecuzione dei lavori necessari a mantenere vivo e funzionale questo prezioso patrimonio – ricorda la Confraternita -. Il nostro appello si rivolge non solo al singolo cittadino, ma anche e soprattutto agli Enti pubblici e alle Associazioni presenti sul nostro territorio. La cittadinanza è invitata a partecipare all’incontro che si terrà presso la Sala Palace in via aurelia 121 venerdì 4 giugno alle ore 21, dove verranno forniti ulteriori dettagli sul restauro. Per chi volesse aiutarci, i dati del nostro conto corrente, aperto a tale
scopo, su cui versare un contributo sono: Carisa di Spotorno, Cod IBAN: IT73 Z063 1049 5000 0000 4158 680; causale: ‘Elargizione liberale per restauro tetto oratorio S. Caterina’  (detraibile dalle tasse), oppure può elargire direttamente un contributo recandosi all’Oratorio della SS. Annunziata (in via SS. Annunziata 15) la domenica mattina,
indicativamente dalle 8.30 alle 10.30. Per chi volesse contattarci personalmente invece: oratorio_spotorno@libero.it oppure 3661378604. Su Facebook è stato inoltre creato un gruppo ‘Oratorio S. Caterina Spotorno’ formato attualmente da 200 persone”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.