Pietra: prendono forma le prime infiorate, in attesa dell'inaugurazione con Burlando - IVG.it

Pietra: prendono forma le prime infiorate, in attesa dell’inaugurazione con Burlando

Pietra - infiorata basilica di San Nicolò

Pietra Ligure. Con la presentazione di tutti i gruppi di infioratori al Cinema Teatro Comunale di Piazza Castello, prenderà il via venerdì 21 maggio, alle 21, la terza edizione della rassegna di infiorate artistiche “Pietra Ligure infiore”. Fra gli oltre ottocento partecipanti saranno presenti anche gli infioratori della città gemellata di Offenburg,  guidati dal sindaco Edith  Schreiner.

La presentazione dei gruppi sarà preceduta nel pomeriggio dal consueto mercatino ortofrutticolo in piazza San Nicolò, curato dai coltivatori diretti della cittadina e della Val Maremola (dalle 16 alle 18,30) e dalle occasioni per lo shopping proposte dai commercianti nelle vie del centro con l’iniziativa “U Sciâttu”  (dalle 16 alle 24). All’interno della Basilica di San Nicolò il Circolo Giovane Ranzi ha già completato la sua infiorata: un tappeto di fiori essiccati di forma elittica, che riproduce un elaborato motivo ornamentale ed ha una superficie di 34 metri quadri. L’opera degli infioratori ranzini sarà l’unica fuori concorso. Le altre, che saranno composte a partire dall’alba del 22 maggio e che resteranno visibili per tutta la giornata del 23, gareggeranno per l’assegnazione dei titoli di  “miglior composizione con fiori freschi” e “miglior composizione con fiori essiccati”.

In attesa che la rassegna entri nel vivo, molti commercianti e titolari di esercizi pubblici del centro storico hanno aderito all’invito del Comune ad allestire le vetrine secondo il tema della manifestazione e a preparare piatti, gelati e cocktail ispirati al mondo dei fiori. Queste le loro proposte: fiori di zucca ripieni, coniglio alla ligure con fiori selvatici di bosco, aperitivi con buffet a base di fiori, frutta e verdura, pizza con fiori di zucchina, mozzarella e alici, gelati alle rose biologiche, all’ibisco siriacus, alla lavanda, alla rosa, alla viola e alla violetta, dolci al miele fiorato, crêpe alla lavanda e nutella e carpaccio “infiore”, oltre ai piatti “Mimosa”, Alstroemeria” e “Giardino” e ai cocktail “Pensierosa”, “Long flower”, “Mojito flower” e “Kir alla rosa” e al  gelato al gusto “infiorata”. Da domani a domenica sarà visitabile anche la  mostra fotografica “La tradizione dell’Infiorata. Da Ranzi a San Pietro, passando per Pietra Ligure infiore”, allestita in un locale del centro storico, “il vapore”,  un tempo adibito a cantiere per il rimessaggio dei gozzi dei pescatori  (dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19, g.c. famiglia Tortarolo).
La mostra presenta una selezione di immagini delle infiorate realizzate durante le precedenti edizioni della rassegna e di quelle realizzate negli ultimi anni dagli infioratori del Circolo Giovane Ranzi. Sarà visitabile anche il  29 e 30 maggio e il 2 giugno.

“Il titolo dato alla mostra racconta la storia e l’evoluzione che ha avuto a Pietra Ligure la tradizione dell’infiorata. – spiega il sindaco Luigi De Vincenzi – Dalla ‘Stella’ di Ranzi, usanza che ha origini antiche e che si ripete ogni anno, all’infiorata realizzata per il Papa a San Pietro passando, appunto, per Pietra Ligure infiore”. Gli scatti della mostra sono di Emanuele Zuffo, Bruno Testi e di altri soci del Circolo Fotografico Riviera delle Palme. La mostra presenta anche un filmato, realizzato da Team Creativ – Mino Amandola, sull’edizione 2007 della rassegna. Sabato 22 maggio, alle 17, è in programma l’apertura ufficiale della  manifestazione alla presenza del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.