Pedofilia, Zanardi torna all'attacco: "A Savona si è aperto un caso esemplare" - IVG.it
Cronaca

Pedofilia, Zanardi torna all’attacco: “A Savona si è aperto un caso esemplare”

Francesco Zanardi

Savona. Francesco Zanardi, dopo che Monsignor Lupi ha deciso di rompere, almeno in parte, il silenzio della Diocesi, è voluto tornare sull’argomento dei preti pedofili nella Curia di Savona: “Finalmente dopo giorni di assordante silenzio si pronuncia Mons. Vittorio Lupi, il quale attacca i giornali per tutto questo scandalo, scandalo che però, almeno la parte che riguarda me è vera, ma la curia nega”.

“Viene detto che si vogliono infangare i sacerdoti, ma non è vero, ho sempre difeso i sacerdoti, denuncio da anni le violenze subite da uno di loro alle più alte cariche ecclesiastiche, sono loro che non sono intervenute e continuano a non intervenire, neppure adesso, davanti all’evidenza” prosegue Zanardi che aggiunge: “A Savona si è aperta una grande indagine nell’ambito ecclesiastico che va da più di due casi di pedofilia di cui sono vittima in prima persona, a contestati movimenti di danaro. Un caso credo esemplare, che ha sfondato le porte dell’omertà da parte di sacerdoti e dei laici che si sono esposti direttamente in prima persona, per dire basta”.

“Qui nessuno vuole ‘Colpire il popolo di Dio’, ma i complici del male che hanno coperto per anni questa vergognosa barbaria ed ora continuando a negare e gridano al lupo, anzichè sostenere le vittime. Come mai i Vescovi hanno tanta difficoltà a rivolgersi alla magistratura? Come mai il prete che ho accusato non ha un avvocato? Sarà mica dovuto ad una interpretazione del canone 1288 del codice di diritto canonico?” conclude Francesco Zanardi.

Intento l’omosessuale savonese ha organizzato un volantinaggio davanti al Duomo di Savona che, probabilmente, si svolgerà nella giornata di domenica. Insomma sembra proprio che Zanardi sia deciso a portare avanti la sua battaglia senza nessuna esitazione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.