IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Millesimo: sollecito del sindaco per il recupero dell’ex ospedale San Giuseppe

Millesimo. Il sindaco di Millesimo Mauro Righello sollecita ufficialmente la società immobiliare Fintecna Immobiliare che si è aggiudicata all’asta pubblica il palazzo dell’ex ospedale San Giuseppe, affinchè venga assunta una iniziativa per valorizzare il vecchio immobile.

Infatti, dopo gli accordi intervenuti che avevano consentito, tramite bando pubblico, la cessione degli immobili pubblici liguri dismessi e non più utilizzati dalle ASL, tra cui appunto l’edificio dell’ex ospedale San Giuseppe di Millesimo, sono andate a vuoto le ripetute iniziative di vendita, da parte della società aggiudicataria, per la riqualificazione dell’immobile.

La cessione del vecchio edificio parte dalla  fine degli anni ’80, quando l’azienda sanitaria aveva cessato le attività dell’ospedale per proseguire poi con le attività di riabilitazione degli anziani nella nuova RSA edificata successivamente a Millesimo e da allora l’edificio di via Roma è rimasto inutilizzato. Nell’anno 1997, per effetto dell’entrata in vigore della normativa regionale che dettava disposizioni per la successione dei rapporti giuridici, nonché per il trasferimento dei beni patrimoniali e l’assegnazione del personale alle allora nuove aziende sanitarie, venne definito, dopo un lungo contenzioso tra Comune e ASL, che l’immobile che aveva ospitato l’Ospedale era di proprietà dell’azienda sanitaria mentre il restante patrimonio immobiliare, compresa la Casa di riposo per anziani, rimaneva proprietà comunale.

“Da allora – si legge in un comunicato del Comune – la situazione per riqualificare l’immobile rimase bloccata  e solo per effetto della delibera della Regione Liguria, e delle allora sollecitazioni del sindaco Righello, attraverso FILSE il patrimonio ASL non utilizzato veniva messo in vendita a privati. L’Amministrazione comunale ha anche approvato con apposita delibera di consiglio del giugno del 2007, pur non essendo più proprietaria dell’immobile dalla fine degli anni ’90, il recupero dell’immobile a fini residenziali conforme alla tipologia del centro storico. L’edificio, che già dal lontano 1891 ha ospitato la Congregazione di Carità, regolata da quello che fu il primo statuto organico dell’Ospedale San Giuseppe, poi costituito in Ente morale con lo scopo essenziale, altamente sociale, del ricovero dei poveri infermi e l’assistenza dei poveri ammalati a domicilio, nella volontà pubblica deve essere restituito alla sua bellezza originaria. Il comune ha ripetutamente sollecitato un iniziativa per il recupero dell’immobile ed ora il sindaco sollecita ufficilamente la società affinchè adotti una procedura di vendita più snella in modo da collocare l’edificio sul mercato e quindi poter procedere al recupero che l’Amministrazione comunale ritiene vitale per tutto il centro storico di via Roma”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.