Economia

La Demont vince gara internazionale per centrale nucleare in Slovacchia

centrale nucleare in slovacchia

Millesimo. La “Demont” di Millesimo, ha vinto la gara internazionale per la realizzazione di una parte significativa della grande centrale nucleare di Mochovce, in Slovacchia, controllata dall’Enel tramite la Slovenske Elektrarne (Enel ne detiene il 66%, il resto è del Governo). Il valore della commessa è di 23 milioni di euro e la consegna è prevista a fine 2011.

“Sono particolarmente lieto di questa nostra affermazione, di grande valore strategico – commente Fabio Atzori, amministratore delegato e socio di Demont -. Mentre nel Paese continua il dibattito sul ritorno al nucleare, si tratta infatti di una delle prime realizzazioni concrete che vede coinvolte realtà italiane”.

Demont è leader a livello nazionale nell’impiantistica industriale, con un giro d’affari  di circa 320 milioni di euro, 1.300 addetti diretti, 6 stabilimenti produttivi, 40 cantieri aperti in Italia e nel mondo. Questa azienda nasce a Millesimo nel 1972 per iniziativa di Aldo Dellepiane, come azienda specializzata nella realizzazione e montaggio di impianti per centrali elettriche, stabilimenti chimici e cartiere. Agli inizi degli anni ’80 diviene una realtà produttiva capace di eseguire attività sempre più complesse e si specializza nel settore nucleare, partecipando alla costruzione di tutte le centrali italiane. Con la fine del nucleare (Referendum 1987) diversifica ed entra nel settore navale (impianti per navi gasiere e piattaforme off-shore) e successivamente nell’impiantistica chiavi in mano, in particolare per il comparto petrolchimico ed energetico. Nell’organico attuale prosegue a lavorare il gruppo di ingegneri (una trentina) che avevano scritto la storia dell’impiantistica nucleare in Italia.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.