Savona, intenso programma di manifestazioni per celebrare la Liberazione

monumento caduti

Savona. Il Comitato per le celebrazioni del 65° anniversario della Liberazione ha reso noto il calendario delle cerimonie ufficiali e manifestazioni che si terranno a Savona dal 23 al 25 aprile.

Questa mattina ha avuto luogo la deposizione di corone di alloro alla presenza di autorità cittadine e di delegazioni delle scuole di Savona presso le lapidi e i cippi dell’Asilo “Regina Margherita”, del Piazzale del Priamar, di Valloria, del Deposito F.S. e del Forte Madonna degli Angeli.

Domani alle ore 20 si terranno cortei, con fiaccolate, organizzati dalle sezioni dell’A.N.P.I., della F.I.V.L., dell’A.R.C.I. e dalle S.M.S., dai quartieri verso Piazza Martiri della Libertà preceduti dalla Banda Cittadina “A. Forzano”.

Dalle ore 21 in Piazza Martiri della Libertà ci sarà la deposizione di corona d’alloro al Monumento della Resistenza cui seguiranno il saluto del sindaco di Savona Federico Berruti e del presidente della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza. L’orazione ufficiale sarà tenuta dall’On. Manfredo Manfredi, presidente dell’Istituo Storico della Resistenza di Imperia.

Domenica 25 aprile alle ore 10 avrà luogo la deposizione di corona di alloro al Sacrario dei Caduti della Resistenza al Cimitero di Zinola. Seguirà la Messa al Sacrario dei Caduti della Resistenza celebrata dal Vescovo della Diocesi Savona – Noli Vittorio Lupi. Spazio poi alla lettura de “La Preghiera del Ribelle”. Alle 11 deposizioni di corone d’alloro all’interno del Civico Palazzo e della corona di alloro al Monumento ai Caduti di tutte le guerre in Piazza Mameli.

In piazza Sisto IV, a partire dalle 17,30, esibizione del Gruppo musicale “In Vivo Veritas”.

Per la cerimonia del 25 Aprile un servizio bus gratuito sarà a disposizione dei partecipanti con partenza alle ore 9,30 da Piazza del Popolo (ex pesa pubblica).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.