Politica

Regione, Pdl: “Chiudere l’Agenzia sanitaria regionale”

Consiglio Regionale delle Liguria

Regione. “Inutile continuare a vendere i gioielli di famiglia e i beni delle Asl perché in questo modo siamo sempre a rincorrere le emergenze. Sarebbe meglio evitare gli sprechi”. Così dichiarano i consiglieri regionali del Pdl che spiegano: “Per questa ragione per mettere a posto i bilanci e non far pagare le tasse ai cittadini una soluzione potrebbe essere quella, per recuperare delle risorse, di eliminare due strutture inutili quale l’Agenzia sanitaria regionale e la Centrale Acquisti che in questi anni non hanno prodotto alcun risultato. Questa decisione potrebbe portare dai 4 o 5 milioni di risparmio all’anno”.

Gli esponenti del Pdl evidenziano come le entrate provenienti dalla vendita di immobili delle Asl da destinare al reintegro del bilancio della sanità “sono solo un palliativo che non risolve il problema visto che già nel 2008 con la prima cartolarizzazione la situazione non è assolutamente migliorata anzi oggi viviamo un momento ancora peggiore perché oltre al buco non abbiamo più nemmeno il patrimonio immobiliare”.

“E poi con la precedente cartolarizzazione non si era provveduto a vendere tutto il possibile? E allora ci domandiamo, non era meglio alla luce delle notizie di questi giorni, impegnare tutti i beni nei precedenti piani finanziari ed evitare così ai liguri di pagare le tasse?”

“Come al solito le bugie hanno le gambe corte – concludono i consiglieri regionali del Pdl – e ancora una volta è emersa l’ennesima bugia di Burlando che ha mentito ai liguri”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.