Centro convegni a Loano con 5,5 milioni di fondi Fas - IVG.it
Altre news

Centro convegni a Loano con 5,5 milioni di fondi Fas

Regione Liguria

Savona. Con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Liguria, è divenuta operativa la delibera di giunta del 5 febbraio scorso che assegna quasi 32 milioni di euro – provenienti dai fondi per le aree sottoutilizzate (FAS) – ad otto comuni liguri per la realizzazione di progetti di riqualificazione urbana. Di questi comuni, tre appartengono alla provincia di Savona: Albisola Superiore e Cairo Montenotte (che impegneranno le risorse ottenute in progetti che hanno come iniziativa centrale la costruzione di nuovi municipi) e Loano, che invece destinerà i contributi (4 milioni per ciascun ente, ai quali va sempre aggiunta una quota di compartecipazione locale) alla sistemazione delle aree comprese tra via Rubatto, via Matteotti, via delle Caselle e parco Rocca. In pratica si tratta della fascia urbana compresa tra la via Aurelia e il cimitero. Il progetto di riqualificazione interessa complessivamente una superficie di 12 mila metri quadrati.

Nell’ambito del progetto loanese è invece prevista la costruzione, tra via delle Caselle e parco Rocca (su un’area attualmente occupata da un vecchio capannone), di una struttura polivalente per manifestazioni in grado di ospitare 600 persone e utilizzabile come teatro, cinematografo, sala convegni, spettacoli in generale. Il progetto comprende la sistemazione a parcheggio sia dello spazio antistante la Sala Bingo, sia dell’area intorno al cimitero. Altri posti auto, interrati, saranno ricavati su tre piani sotto il piazzale – già destinato a parcheggio – che ospita il mercato settimanale del venerdì.  Il progetto di riqualificazione urbana di Loano avrà un costo complessivo di circa 5,5 milioni di euro, 4 dei quali saranno resi disponibili dalla Regione Liguria attraverso i fondi FAS. La delibera di giunta del febbraio scorso dispone l’immediata erogazione del 10 per cento di queste risorse, pari a 400 mila euro, a titolo di anticipazione per le spese di progettazione. I lavori dovranno comunque essere completati entro il 2015.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.